Se ce l'hai dalla tua parte lo ami, altrimenti lo odi. Marco Materazzi è uno di quei calciatori che tante tifoserie italiane hanno preso di mira nei suoi anni all'Inter ma con la maglia della Nazionale Italiana è  stato uno degli eroi di Berlino nella Coppa del Mondo 2006. L'ex difensore nerazzurro è stato intervistato da SportWeek e ha svelato il perché della sua maglia numero 23 per tutti gli anni di Serie A:

Avevo 22 anni, giocavo nel Perugia e in ritiro passavo quasi tutto il tempo libero a vedere in tv le gare NBA: le trasmettevano al pomeriggio, in differita. Michael Jordan era fantastico, faceva cose fantastiche. Così decisi di avere il 23 sulla maglia.

Sui difensori moderni

Matrix ha parlato dei difensori protagonisti dell'odierna Serie A e si è espresso con favore nei confronti di un giovane dell'Atalanta e del capitano del Milan, Alessio Romagnoli: "Gianluca Mancini? È in prospettiva, con Romagnoli, il difensore italiano più forte".

Sulla Champions League: Juve favorita, Inter mina vagante

Prima della sfida dell'Inter contro il Barcellona, c'è stata la partita delle Legends nella zona della stazione Centrale di Milano, finita 3-2 per i nerazzurri, e Marco Materazzi, intervistato da Tuttosport, ha dato la sua opinione sulle contendenti della Champions League e le ambizioni della squadra di Luciano Spalletti per il percorso europeo:

Mi auguro che l'Inter possa vincere la Champions, ma dobbiamo vedere a marzo: le favorite sono la Juventus, su tutte le altre, con Barcellona e Manchester City a seguire. Però io dico occhio ai nerazzurri. Infatti, insieme al Liverpool possono rappresentare la mina vagante della competizione.

I goal di Materazzi con l'Inter

Attraverso un video apparso sul canale ufficiale di Youtube, l’Inter ha realizzato la Goal Gallery dell’indimenticabile numero 23 nerazzurro che ha segnato nella sua carriera nerazzurra diversi e importantissimi goal.