Manchester United-Bayern Monaco. L'esito della gara dei quarti di finale di Champions League sembra già scritto: i tedeschi di Guardiola che hanno frantumato ogni record e sono già campioni di Germania con due mesi d'anticipo contro un avversario che è lontano parente dei ‘red devils' dominatori in Premier e corazzata in Europa. Da un lato i bavaresi che, oltre al titolo della Bundesliga (vinto con 7 giornate d'anticipo), hanno in bacheca anche il Mondiale per Club ottenuto in Marocco e puntano diritti alla finalissima continentale. Dall'altro una squadra, quella di Moyes, scossa dalle polemiche e dalla contestazione – durissima – dei tifosi contro il manager ritenuto responsabile dello sfascio di un gruppo che annovera calciatori del calibro di Mata, van Persie e Rooney. "Se siamo in giornata, possiamo battere chiunque – ha ammesso l'allenatore dei red devils -. Il Bayern era un'ottima squadra lo scorso anno e lo è ancora di più adesso che, anche grazie ai risultati del nuovo tecnico, è diventato un punto di riferimento per tutti". Dal canto suo, Guardiola, tiene un profilo basso perché sa che andare nella tana del Manchester, all'Old Trafford, annulla ogni vantaggio che può esistere sulla carta. "Siamo i favoriti – ha aggiunto l'ex Barcellona – ma ogni partita fa storia a sé. Lo United sta vivendo una stagione particolare, ma ha grandi campioni che possono fare la differenza sempre".

Manchester United-Bayern Monaco, ultime notizie sulle formazioni

L'orgoglio di giocare la prima all'Old Trafford. Si aggrappa a questo Moyes che presenta un Manchester acciaccato all'appuntamento europeo. Mancherà van Persie (infortunato al ginocchio), non ci sarà Mata che in Champions non può essere schierato. Evra sarà assente per squalifica (pronto Buttner), Ferdinand non è in perfette condizioni, Vidic ha superato noie muscolari e dovrebbe essere al centro della difesa con Jones, così come Rafael nonostante la botta rimediata in Premier con l'Aston Villa. A Carrick e Fletcher il compito di far da cerniera a centrocampo, mentre Januzaj, Welbeck e Giggs costituiranno il trio di trequartisti alle spalle di Rooney. Due spine per Guardiola: la squalifica di Dante (Javi Martinez dovrebbe essere spostato in difesa) e lo stop di Thiago Alcantara (lesione parziale del crociato, rischia anche il Mondiale). Prima linea da paura: Robben, Gotze e Ribery a supporto del bomber croato, Mandzukic.

Le probabili formazioni

Manchester United (4-2-3-1) De Gea; Rafael, Jones, Vidic, Buttner; Carrick, Fletcher; Januzaj, Welbeck, Giggs; Rooney. Allenatore: David Moyes.
Bayern Monaco (4-2-3-1) Neuer; Alaba, Boateng, J. Martinez, Rafinha; Lahm, Schweinsteiger; Robben, Gotze (Kroos), Ribery; Mandzukic. Allenatore: Guardiola.

Statistiche e precedenti, tutti in Champions League

Sono 9 le sfide giocate finora tra Manchester United e Bayern Monaco e l'ago della bilancia dei confronti pende dalla parte dei bavaresi: 3 vittorie per i tedeschi a fronte delle 2 per gli inglesi, 4 i pareggi. Ultimo precedente nei quarti di finale di Champions (edizione 2009/2010) che arride al Bayern: tedeschi sconfitti 3-2 all'Old Trafford poi vittoriosi al ritorno per 2-1. I bavaresi non vincono nella tana dello United da 13 anni (gol di Paulo Sergio nell'aprile 2011).

Il ricordo di Sheringam e Solskjaer

Altri tempi, altri interpreti. Anno 1999, in panchina sedeva Sir Alex Ferguson mentre a guidare il Bayern è Hitzfeld. Al Camp Nou di Barcellona si gioca una finalissima di Champions vietata ai deboli di cuore: dopo essere passati in svantaggio un gol con Basler nel primo tempo, in pieno recupero lo United ribaltò il risultato con Sheringham al 90′ e Solskjaer al 91′.