"Ci vedremo molto meno però ti ricorderemo per ogni giorno della nostra vita con la speranza di rincontrarti in futuro". Così Luis Enrique ha detto addio alla piccola Xana, la figlioletta morta a 9 anni a causa di un osteosarcoma. Una tragedia che ha fatto passare tutto in secondo piano, dai sorteggi della Champions al calciomercato, con il mondo del calcio e dello sport che immediatamente si è stretto intorno alla famiglia del tecnico che, per stare vicino alla sua "Xanita", aveva deciso di lasciare la guida della nazionale spagnola a giugno.

Luis Enrique, 5 anni di battaglia per la figlia Xana contro l'osteosarcoma

5 lunghi anni. Tanto è durata la battaglia della piccola Xana contro il terribile osteosarcoma (tumore maligno delle ossa), che purtroppo poi non le ha lasciato scampo. Le immagini della figlia del tecnico in compagnia del papà, in campo con la maglia numero 8 del Barcellona, in occasione dei festeggiamenti per la Champions del 2015 dopo la finale vinta con la Juventus, sono ora un colpo al cuore. Impossibile pensare che non ci sia più, che la malattia abbia portato via quella bambina che correva veloce sul terreno di gioco di Berlino con un bandierone in mano.

Luis Enrique, l'addio alla nazionale per la malattia della figlia e il rispetto della Federazione

Luis Enrique e la sua famiglia, hanno fatto il possibile e anche l'impossibile per restare vicino alla bambina, le cui condizioni si erano aggravate negli ultimi mesi. Ecco dunque spiegato il "misterioso" addio del mister alla nazionale spagnolo, con il silenzio della Federazione rispettosa della sua scelta. Tutti quelli che conoscevano la difficile situazione della piccola Xanita, hanno rispettato la volontà di Luis Enrique di non far trapelare nulla, nella speranza che tutto si risolvesse per il meglio, e che la figlia della grande gloria spagnola potesse tornare a scorazzare sul terreno di gioco.

Ondata d'affetto social per Luis Enrique, quanti messaggi per la figlia Xana

Un silenzio che ieri (purtroppo) si è trasformato in un'ondata di parole d'affetto e di cordoglio, dopo il messaggio di Luis Enrique che ha annunciato la morte della sua figlioletta. In pochi minuti i social sono stati letteralmente travolti da tantissime testimonianze di vicinanza alla famiglia del tecnico in questo momento a dir poco terribile. Commozione e partecipazione, senza colori, senza rivalità, ma solo con la voglia di provare a riscaldare i cuori dei parenti della piccola Xana che ora, per dirla alla Luis Enrique "sarà la stella che guiderà la nostra famiglia".