Game over Il Napoli pareggia contro il Genoa, fischi per gli azzurri

Il Napoli pareggia contro il Genoa. Al San Paolo finisce 1-1. Padroni di casa in vantaggio con Mertens e raggiunti da Lazovic. Gli azzurri non riescono ad avere la meglio dei rossoblu nonostante più di 60′ in superiorità numerica per il rosso a Sturaro

85' Radu, altro super intervento su Koulibaly

Radu è insuperabile questa sera. Koulibaly strappa un pallone a Kouamé e si presenta a tu per tu con il portiere che con il piede gli nega il gol. Poco dopo una deviazione di Gunter su un tiro di Mertens rischia di costare l'autogol al Genoa, ma il portiere ha un altro riflesso eccezionale. Ancelotti inserisce Ounas per Hysaj

79' Genoa pericoloso con Kouamé e Rolon, Karnezis attento

Il Napoli spinge ma deve fare i conti con il contropiede rossoblu. Lancio per Kouamé che con una deviazione di Maksimovic impegna Karnezis che si fa trovare pronto. Poco dopo ci prova Rolon dalla distanza, e la sfera esce di poco. Esce Bessa tra i rossoblu ed entra Pezzella

77' Episodio dubbio in area rossoblu

Altro contatto in area rossoblu tra Pedro Pereira e Ghoulam. Il direttore di gara fa proseguire, e dopo silent check con il Var conferma la sua decisione

07 aprile 22:10 Milik sfiora l’incrocio

Colpo di testa di Milik che non trova però lo specchio della porta. Pallone che esce di pochissimo. Doppio cambio: Mario Rui per Ghoulam nel Napoli e Radovanovic per Veloso nel Genoa

07 aprile 22:09 Invenzione di Insigne per Milik, occasione Napoli

Invenzione di Insigne che con uno scavetto smarca Milik. Il polacco si tuffa letteralmente sul pallone ma non riesce ad arrivarvi per questione di centimetri. Applausi dei tifosi azzurri

67' Entra Insigne al posto di Allan, applausi per il Magnifico

Ancelotti si gioca la carta Insigne che subentra ad Allan. Applausi per entrambi. Nel frattempo giallo per Hysaj che regala una punizione pericolosa dal limite dell'area per gli ospiti. Batte Lazovic, pallone alle stelle

61' Applausi di tutto il San Paolo per il grande ex Pandev

Tutto il San Paolo, con grande fair play, applaude Goran Pandev. L'ex azzurro lascia il posto a Rolon, e riceve l'omaggio dei tifosi di casa, che non hanno dimenticato il suo passato. Ottima la prestazione del macedone che pochi giorni fa ha ricevuto la cittadinanza italiana

58' Colpo di testa di Milik, Radu salva sulla linea

Tentativo di testa di Milik. Conclusione forte ma centrale che trova Radu attento. Il portiere con tutto il corpo all'interno della porta, riesce a trattenere la sfera sulla linea. Occasione importante per gli azzurri che ora spingono forte.

54' Mertens rassicura l’arbitro sulle condizioni della sua spalla

Siparietto tra l'arbitro e Mertens. Il direttore di gara chiede al belga se ha ancora male alla spalla. Il belga spiega di sentire un leggero fastidio

52' Zielinski sciupa una limpida palla gol

Che errore di Zielinski. Cross dalla destra di Mertens per Zielinski che fallisce un rigore in movimento e conclude di prima intenzione, spedendo la sfera alta sulla traversa

50' Mertens chiede un calcio di rigore

Mertens entra in area e cade dopo un contrasto con un avversario che gli sbarra la strada. Il belga reclama chiedendo il calcio di rigore, e rischia anche di infortunarsi alla spalla quanto Criscito prova a risollevarlo prendendolo per un braccio

Si riparte Inizia il secondo tempo di Napoli-Genoa

Inizia il secondo tempo della partita tra Napoli e Genoa. Rossoblu in 10 per l'espulsione di Sturaro. Si riparte dall'1-1 della prima frazione.

Intervallo Fine primo tempo: Napoli-Genoa 1-1

Napoli e Genoa chiudono il primo tempo sull'1-1. Padroni di casa in vantaggio con Mertens, ma raggiunti nel finale da una bella rete di Lazovic. Ospiti che dovranno giocare la ripresa in inferiorità alla luce del rosso a Sturaro.

1-1 Il Genoa pareggia con Lazovic

Gran gol del Genoa che raggiunge il pareggio. Assist perfetto di Pandev per Lazovic che si coordina e da posizione defilata di destro scarica un gran tiro che s'insacca all'angolino. Karnezis non può nulla. E' la rete dell'1-1

47' Gran parata di Radu su Callejon

Radu con un grande intervento nega il gol a Callejon. Il portiere si tuffa alla sua destra e con la mano aperta sfodera riflessi eccezionali per dire non all'esterno offensivo avversario

41' Allan fa il “coccodrillo” e si stende dietro la barriera sulla punizione

Punizione per il Genoa e Allan fa il "coccodrillo", ovvero si stende sul terreno di gioco alle spalle dei giocatori in barriera. Il motivo? Impedire eventuali soluzioni rasoterra di Veloso. Sugli sviluppi del calcio piazzato, la sfera arriva a Biraschi che tenta il tiro al volo e costringe Karnezis ad un altro intervento importante

38' Genoa pericoloso, palo di Gunter

Sugli sviluppi di un corner, Genoa ad un passo dal pareggio. Il centrale Gunter svetta su Hysaj e di testa indirizza bene la sfera che finisce per infrangersi sul palo. Brivido per gli azzurri

Rete azzurra Gran gol di Mertens, raggiunto Cavani tra i bomber del Napoli

Il Napoli sblocca il risultato con Mertens. Gran gol del belga che prende la mira da fuori area e trova l'angolino con un tiro velenoso. Per il belga si tratta del 104° gol in azzurro, raggiunto Cavani nella classifica dei migliori bomber della formazione partenopea

32' Gran botta di Kouamé, Karnezis attento

Nonostante l'inferiorità numerica, il Genoa tiene in apprensione la difesa del Napoli. Gran tiro a giro di Kouamé che non sorprende Karnezis. Il greco con la mano sinistra devia in corner la sfera

Espulsione Rosso con il Var per Sturaro, Genoa in 10

Il Genoa è in 10 uomini. Espulso Sturaro. Il centrocampista ex Juve era stato inizialmente ammonito per un'entrataccia su Allan. Il direttore di gara ha deciso di rivedere l'azione sul monitor a bordo campo, cambiando idea. Rosso per Sturaro che ha colpito con i tacchetti la tibia del brasiliano. Salterà il derby contro la Sampdoria.

25' Allan, primo ammonito del match

Il primo ammonito del match è il brasiliano Allan che non è diffidato. Grandi proteste del brasiliano che reclama la sua innocenza dichiarando di non aver toccato Pandev, che si sarebbe lasciato andare.

20' Ancora Pandev, grande intervento di Karnezis. Risposta azzurra con Mertens

Bella azione del Genoa che porta al tiro Pandev. Conclusione a giro dal limite e Karnezis in tuffo si rende protagonista di un grande intervento. Sulla ripartenza chance per Mertens che da posizione defilata conclude trovando la risposta sicura di Radu

12' Opportunità per Pandev

Ancora il Genoa in contropiede. Pandev porta palla e poi prova a piazzarla. Il pallone esce lentamente alla destra della porta di Karnezis. Il portiere greco comunque era sulla traiettoria. I rossoblu stanno provando ad alzare il baricentro

7' Errore di Mario Rui, brivido per il Napoli

Errore di Mario Rui che con un retropassaggio serve Kouamé. Assist per Pandev che entra nell'area piccola azzurra e tenta il colpo sotto. Pallone che balla davanti alla linea di porta. Brivido per la formazione di casa

6' Criscito, nega il gol a Milik

Ancora Napoli in questo avvio di partita. Callejon dal fondo mette un pallone pericoloso in area piccola. Provvidenziale intervento in tackle di Criscito che impedisce l'intervento a Milik già pronto a battere a rete

2' Milik, prima palla gol per il Napoli

Avvio a spron battuto del Napoli. Dopo un tentativo di Mertens e Fabian Ruiz, chance per Milik che s'invola verso la porta di Radu e tenta la conclusione di potenza. Pallone alto, con il portiere che controlla la traiettoria.

Si parte Fischio d’inizio per Napoli-Genoa

Le squadre sono in campo per il posticipo che chiude la domenica della 31a di Serie A. Padroni di casa con la classica maglia azzurra e ospiti in rossoblu. Saluti affettuosi tra Pandev e molti dei suoi ex compagni. Sentitissimo minuto di raccoglimento per le vittime del terremoto che 10 anni fa ha colpito L'Aquila accompagnato dagli applausi dei tifosi. Inizia Napoli-Genoa

Siparietto Lo scherzo di Insigne all’inviato di Sky

Simpatico siparietto prima del fischio d'inizio. Insigne che non sarà del match, si è avvicinato silenziosamente alle spalle dell'inviato di Sky seduto e alle prese con lo smartphone. Il Magnifico una volta arrivato a ridosso di Ugolini ha provato a spaventare il cronista che ha reagito con un sorriso

Fischio finale Sassuolo-Lazio finisce 2-2, Inter-Atalanta 0-0

La Lazio rischia di capitolare in rimonta davanti al proprio pubblico contro il Sassuolo ma riesce a pareggiare in extremis con Lulic. Un 2-2 che non fa fare grandi passi in avanti ai capitolini in chiave Champions. Senza gol Inter-Atalanta, un risultato che fa più comodo alla formazione di Gasperini

Rete del 2-2 Lulic pareggia i conti al 95′

Pareggio della Lazio al 95′ con Lulic. Premiato il pressing finale della formazione di casa che trova il 2-2. Bella azione di Immobile che trova al centro dell'area piccola Lulic che deve solo spingere il pallone in rete.

Così in campo Napoli-Genoa, le formazioni ufficiali: Karnezis in porta, Mertens-Milik in avanti

Nel Napoli, c'è Karnezis tra i pali. Nessuna sorpresa in campo con tandem offensivo formato da Mertens e Milik, in virtù delle condizioni non ottimali di Insigne e Verdi. Nel Genoa attacco formato dal grande ex Pandev e Kouamé

Bis neroverde Sassuolo in vantaggio con Berardi

Il Sassuolo ribalta il risultato e passa in vantaggio con Berardi. La formazione neroverde vola in contropiede e con pochi tocchi trova una prateria che sfrutta alla perfezione. Finalizzazione perfetta di Berardi che d'esterno batte Strakosha

72' Gollini decisivo su Nainggolan

Grande intervento di Gollini che salva il risultato su Nainggolan. Il Ninja in spaccata su assist di Vecino trova la grande risposta dell'estremo difensore avversario. E' l'occasione più importante di questa ripresa

Gol neroverde Pareggio del Sassuolo con Rogerio

Pareggio lampo del Sassuolo all'Olimpico con Rogerio. Doccia fredda per la Lazio che si fa trovare impreparata in difesa. Conclusione debole di Sensi che si trasforma in un assist per Rogerio che a pochi metri dalla linea di porta, gira in gol

48' Che occasione per il Papu Gomez, brivido per l’Inter

Occasione super per l'Atalanta e brivido per l'Inter. Gomez in scivolata non arriva per questione di centimetri su un cross dalla destra di Ilicic, a pochi passi dalla linea di porta. La Dea prova a spingere in questo avvio di ripresa

Rete capitolina Immobile su rigore porta in vantaggio la Lazio

Ciro Immobile porta in vantaggio la Lazio dal dischetto. Battuta perfetta da parte dell'attaccante che spiazza Consigli e celebra il ritorno alla rete sotto la curva

50' Rigore per la Lazio

Rigore per la Lazio. Patric dal fondo tenta il cross e trova la deviazione con il braccio di Locatelli. Il direttore di gara dopo aver concesso il penalty rivede tutto a bordo campo, perché la sfera prima di toccare l'arto dell'ex Milan è rimbalzato sul suo corpo. Abisso conferma la sua decisione e ammonisce il giocatore neroverde. Proteste feroci di tutta la panchina

Si riparte Inizia il secondo tempo delle partite

Inizia il secondo tempo delle partite. 2 i minuti di ritardo tra i due campi. Sia in Inter-Atalanta che in Lazio-Sassuolo non ci sono cambi.

Intervallo Fine primo tempo: Inter-Atalanta e Lazio-Sassuolo 0-0

Si chiudono i primi tempi delle partite delle 18. Entrambe le gare sono sul risultato di 0-0. Capitolini che hanno spinto con continuità sbattendo contro il muro difensivo neroverde. La formazione di Spalletti ha provato a fare la partita, sciupando una palla gol importante con Icardi e perdendo Brozovic per infortunio

36' Palo rocambolesco di Immobile

La Lazio continua a spingere forte. Occasione d'oro per la formazione di Inzaghi con Ciro Immobile che va ad un passo dal gol. Un rimpallo favorisce l'attaccante, con la sfera che però finisce sul palo. Sospiro di sollievo per Consigli. Poco dopo tocca a Luis Alberto sfiorare la rete: conclusione velenosa dello spagnolo che esce di un nulla.

31' Icardi, che errore: fallisce una colossale palla-gol

Che palla gol fallita da Icardi. Il bomber tutto solo davanti a Gollini prova a superarlo con uno scavetto. Il portiere si salva in due tempi. Maurito poteva fare molto meglio

24' Balotelli sui maxi-schermi, cori e insulti dei tifosi dell’Inter contro SuperMario

Le telecamere indugiano su Mario Balotelli in tribuna. Immediatamente dagli spalti si alzano cori offensivi nei confronti del bomber, grande ex, al quale non è stato perdonato il suo passato anche tra i rossoneri. "Balotelli figlio di p…" e "Se saltelli muore Balotelli"

28' La Lazio spinge, ma il Sassuolo regge. Immobile chiede un calcio di rigore

La Lazio spinge sull'acceleratore in questa prima frazione di gioco, ma il Sassuolo si difende con ordine. Oltre alle proteste di Immobile che ha reclamato per un mancato rigore, conclusione di Luis Alberto finita alle stelle

19' Infortunio muscolare per Brozovic, entra Nainggolan

Brutte notizie per l'Inter. Marcelo Brozovic finisce ko per un problema muscolare. Il croato dopo uno scatto si accascia al suolo molto dolorante alla coscia. Il calciatore è visibilmente preoccupato e non può proseguire il match. Spalletti inserisce Nainggolan reduce da uno stop legato a problemi fisici

Retroscena Cori contro Icardi, il resto dello stadio fischia la Curva

Nel frattempo qualche mugugno si alza quando Icardi è in controllo di palla. Poco prima del fischio d'inizio dal settore occupato degli ultras si sono alzati cori come "Mercenario" e "uomo di m…'. Una situazione che ha spinto tutto il resto del pubblico a fischiare, coprendo dunque gli insulti. I tifosi nerazzurri dunque si dimostrano divisi su Mauro Icardi.

9' Gollini super su Vecino

Sponda di Icardi per Vecino che tenta la palombella. Gran conclusione del centrocampista e altrettanto convincente risposta del portiere che alza il pallone sopra la traversa

3' Gol annullato a Vecino per fuorigioco di D’Ambrosio

L'Inter passa in vantaggio con Vecino, ma la rete viene annullata. Posizione irregolare di D'Ambrosio, abile ad anticipare Gollini servendo il compagno uruguaiano tutto solo nell'area piccola. Decisione giusta

Fischio d'inizio Via a Inter-Atalanta e Lazio-Sassuolo. Qualche fischio per Icardi

Tutto pronto al Meazza e all'Olimpico per i due match delle 18 della domenica della 31a giornata di Serie A. Due gare molto importanti in chiave Europa. Grande attesa per l'accoglienza del pubblico di fede interista per Mauro Icardi che torna titolare in casa. Qualche fischio al suo indirizzo quando la sua immagine compare sui maxischermi dello stadio. Durante il minuto di raccoglimento per ricordare le vittime del terremoto de L'Aquila, anche incitamenti, assolutamente fuori luogo, per l'ex capitano

Così in campo Lazio-Sassuolo, le formazioni ufficiali: out Milinkovic. C’è Matri negli ospiti

La Lazio scenderà in campo contro il Sassuolo con il solito 3-5-1-1. Ci sarà Caicedo alle spalle del terminale offensivo Ciro Immobile, con Parolo che torna titolare al posto di Milinkovic. Sassuolo a sorpresa con il 3-5-2 con tandem offensivo formato da Boga e dall'ex Matri.

Così in campo Inter-Atalanta, le formazioni ufficiali: Icardi titolare

C'è Icardi nella formazione ufficiale dell'Inter, anti Atalanta. Assente Nainggolan che partirà dalla panchina. Alle spalle di Maurito spazio al trio formato da Politano, Vecino e Perisic. Nella Dea toccherà al Papu sostituire Zapata, in coppia con Ilicic. Pasalic trequartista.

95' Vincono Cagliari e Udinese

Il Cagliari ritrova il successo in casa, batte 2-1 la Spal (reti di Faragò e Pavoletti) e sale all'11° posto. Con 36 punti la squadra di Maran è quasi in salvo. L'Udinese invece ha sconfitto in casa per 3-2 l'Empoli (doppietta di De Paul e gran gol di Mandragora).

63' L’Udinese resta in 10, espulso Zeegelaar

Dovrà giocare circa mezz'ora con un uomo in meno l'Udinese. Perché è stato espulso Zeegelaar, che ha fatto infuriare Tudor. L'esterno ha preso due cartellini gialli nel giro di cinque minuti. Chissà se questo cartellino rosso inciderà su questa sfida salvezza.

60' Segna sempre di testa, Pavoletti: 2-1 Cagliari

L'assedio del Cagliari dà i suoi frutti, il Cagliari torna in vantaggio, ha segnato Leonardo Pavoletti. La Spal era in difficoltà. Viviano poco fa ha compiuto un intervento spettacolare. Poi dopo la traversa di Ceppitelli, svettato su un pallone di Cigarini, si avventa sul pallone il bomber del Cagliari che segna l'11° gol in campionato, l'8° di testa.

45' Fine primo tempo

Cinque gol in quattro partite di Serie A, tra ieri e stamattina. Sette nei primi tempi di Cagliari-Spal 1-1 (Faragò e Antenucci su rigore) e Udinese-Empoli 3-2 (Caputo, De Paul, Krunic, De Paul su rigore e Mandragora). Queste due sfide salvezza sono emozionantissime.

45' 3-2 dell’Udinese, Mandragora firma il sorpasso sull’Empoli

L'Udinese trova il gol del 3-2 con Mandragora, al secondo gol in tre partite con Tudor, colpo durissimo per l'Empoli. De Paul calcia una punizione, la palla si stampa sulla barriera, Mandragora si avventa sul pallone e con un diagonale molto bello trafigge il portiere avversario.

41' Doppietta di De Paul, su rigore il 2-2 dell’Udinese

Partita scoppiettante a Udine, dove la squadra di casa ha trovato il pareggio su calcio di rigore. De Paul con la doppietta personale ha portato il match sul punteggio di 2 a 2. Portiere da una parta e palla dall'altra.

26' 2-1 Empoli, gol di Krunic

L'Empoli torna in vantaggio in casa dell'Udinese, ha segnato Krunic, 2-1. Un'altra azione bellissima dell'Empoli che fa ciò che vuole e manda alla conclusione il giocatore sloveno che mette il pallone nell'angolino, non lasciando scampo al numero uno friulano Musso.

19' Il Var dà un rigore alla Spal, Antenucci pareggia, è 1-1

La Spal trova il pari con Antenucci, che ha trasformato un calcio di rigore. La squadra di Semplici risponde e si procura un calcio d'angolo, sul cross però c'è netto un fallo di mani di Ceppitelli. L'arbitro non se n'era accorto, chi era al Var sì. Facile la decisione. Dal dischetto l'esperto attaccante calcia centralmente e supera Cragno, uno specialista nel parare i calci di rigore.

15' Pareggia l’Udinese, gol di De Paul

L'Udinese trova subito il pari con l'Empoli, ha segnato De Paul che dedica il gol a Behrami che ha subito un serio infortunio nel match di martedì scorso con il Milan. Splendido il gol di De Paul, l'argentino con un tiro a giro mette il pallone all'incrocio dei pali, è 1-1.

12' Caputo, 1-0 dell’Empoli sull’Udinese

Empoli in vantaggio sull'Udinese, ha segnato Ciccio Caputo. Splendida l'azione della squadra di Andreazzoli che si muove rapida e veloce negli spazi stretti, la combinazione viene chiusa benissimo da Caputo che da posizione defilata batte Musso, 1-0.

3' Gol di Faragò, 1-0 del Cagliari

Barella ruba la palla a Missiroli, calcia da lontano, Viviano respinge maluccio, i centrali della Spal sono fermi, s'infila Faragò che si fionda e con la porta spalancata e il portiere a terra ha insaccato, gol pesantissimo e 1-0 per il Cagliari sulla Spal.

1' Si parte

Iniziano Cagliari-Spal e Udinese-Empoli.

95' Il Frosinone vince 1-0 in casa della Fiorentina

Colpo del Frosinone che con un gol nel finale di Daniel Ciofani vince 1-0 in casa della Fiorentina. Tre punti importanti per i ciociari che restano penultimi, ma che vedono avvicinarsi il quartultimo posto. La Fiorentina continua a non vincere in casa.

84' Gol di Ciofani, 1-0 del Frosinone

Il Frosinone passa in vantaggio in casa della Fiorentina, ha segnato Daniel Ciofani, 1-0. Gol pesantissimo per la squadra ciociara che si rimette così in corsa per la salvezza.

81' Palo di Chiesa

Fino alla fine la Fiorentina cerca il gol della vittoria, il più pericoloso è Federico Chiesa, che colpisce in pieno il palo. Il giocatore della nazionale è autore di una bella azione personale, dà posizione defilata calcia in porta, supera Sportiello, ma il legno dice di no al figlio d'arte, si resta sullo 0 a 0.

Così in campo Le formazioni dei match delle 15 della 31a giornata

Due sfide salvezza in programma nel pomeriggio. Alla Dacia Arena schieramenti speculari in Udinese-Empoli dove si affrontano due squadre che si seguono in classifica (29 punti l'Udinese, 28 l'Empoli). n Sardegna invece il Cagliari cerca i punti della tranquillità contro la Spal, reduce da tre vittorie consecutive.

UDINESE-EMPOLI

Udinese (3-5-2): Musso; Opoku, Ekong, Samir; Larsen, Fofana, Mandragora, De Paul, Zeegelar; Okaka, Lasagna

Empoli (3-5-2): Dragowski; Veseli, Silvestre, Maietta; Di Lorenzo, Traorè, Bennancer, Krunic, Pajac; Farias, Caputo.

CAGLIARI-SPAL

Cagliari (4-3-2-1): Cragno, Pellegrini, Cacciatore, Romagna, Ceppitelli, Faragò, Cigarini, Barella, Ionita, Joao Pedro, Pavoletti.

Spal (3-5-2): Viviano; Bonifazi, Vicari, Felipe; Dickmann Schiattarella, Missiroli, Kurtic, Fares; Paloschi Antenucci.

56' Pioli cambia, entra anche Simeone

Non si schioda lo 0-0, la Fiorentina vuole vincere e così Pioli manda in campo il ‘Cholito' Simeone e Bryan Dabo che prendono il posto di Gerson e di Benassi, autori entrambi di una partita deludente. La Fiorentina passa al 4-2-3-1, una formazione ultra offensiva.

45' Primo tempo senza gol

0-0 tra Fiorentina e Frosinone. Match con pochissime emozioni, la squadra di casa ci ha provato ma senza grande convinzione e non ha quasi mai creato problemi all'ex Sportiello. Il pareggio non serve a nessuno, prevedibile che i due allenatori cambino qualcosa nella ripresa.

33' Chance per Chiesa

La partita è assai brutta. Emozioni pochissime. La Fiorentina sembra non avere mordente, mentre il Frosinone si difende bene ma non riesce a rendersi pericoloso. Poco dopo la mezz'ora ha una buona chance il rientrante Federico Chiesa che colpisce di testa, il pallone termina al lato.

Omaggio I tifosi di Fiorentina e Frosinone intonano cori per Davide Astori

Al 13′ in ogni partita i tifosi della Fiorentina omaggiano Davide Astori, che indossava quel numero di maglia. Ricordo bello, sincero e anche oggi ciò è successo. A quel ricordo si sono uniti i circa duecento tifosi giunti da Frosinone. Davvero un bel gesto.

1' Via

Inizia Fiorentina-Frosinone.

Così in campo Le formazioni ufficiali di Fiorentina-Frosinone

Pioli tiene fuori Simeone e nel tridente ritrova Chiesa che gioca con Mirallas e Muriel. In difesa spazio per Laurini. Solito 3-5-2 per Baroni che cerca il colpaccio con Pinamonti e Trotta in attacco.

Tre punti Juve e Roma vincono negli anticipi

Dopo lo 0-0 tra Parma e Torino, che serve più ai padroni di casa che ai granata, ci sono stati negli anticipi le vittorie della Juventus e della Roma. I bianconeri hanno sconfitto 2-1 il Milan (gol di Piatek, Dybala su rigore e Kean), e la Roma, 1-0 alla Sampdoria, a segno capitan De Rossi.

Lunch match Fiorentina-Frosinone apre la domenica della Serie A

Sono sei le partite della 31a giornata in programma di domenica, ben tre si disputeranno tra il pomeriggio e la sera. Alle 12.30 si parte con Fiorentina-Frosinone, l'ultima chance di avvicinarsi alla zona europea per i viola, forse l'ultima per i ciociari per vedere la salvezza. Nel pomeriggio sfide salvezza: Cagliari-Spal e Udinese-Empoli. Alle 18 invece punti Champions in Inter-Atalanta e in Lazio-Sassuolo. Il posticipo è Napoli-Genoa.