Le esultanza di Dries Mertens sono sempre speciali. L'attaccante del Napoli ne propone esilaranti (quando mimò il cagnolino che alza la gamba per fare la) oppure dedicate ad amici (la più recente, in onore del tassista che lo scarrozza in città). Quella mostrata al pubblico martedì sera, dopo aver realizzato il rigore del vantaggio contro il Liverpool era altrettanto particolare: non è passato inosservato il gesto che il belga ha mimato poco dopo aver esultato per aver battuto Adrian (poco prima gli aveva strozzato in gola l'urlo del gol per una parata pazzesca).

Fa gol al Liverpool e mostra l'ennesima esultanza speciale

‘Ciro', come lo chiamano in maniera bonaria i tifosi partenopei, ha proteso le braccia in avanti e scrutato dinanzi a sé come a voler vedere cosa c'è all'orizzonte. Cosa ha significato questa volta quella mimica? È stato lo stesso calciatore a chiarire cosa c'è dietro quel modo originale di sottolineare la felicità per una rete. Contro la Samp – alla quale ha rifilato una doppietta – mise la palla sotto la maglietta a mo' di pancione (imitando le corporatura robusta del tassista) e poi rivelò che non c'era alcun riferimento alla propria vita privata (sua moglie, Katrin, non è incinta).

Mertens al timone di un motoscafo nel Golfo di Napoli

Oggi ha pubblicato su Instagram una foto che sembra una cartolina dello splendido scenario del Golfo di Napoli. Mertens vi appare in costume, col berretto da capitano in testa, e il timone in pugno mentre si gode una gita a mare. A fare da sfondo allo scatto c'è il Vesuvio e un cielo sfumato d'azzurro. Un'immagine che gli è tornata in mente martedì sera, subito dopo aver realizzato il tiro dal dischetto. Il belga ha spiegato che in quell'attimo, il San Paolo gli ha ricordato proprio lo specchio d'acqua che bagna Napoli. "Uno stadio tutto azzurro mi ha fatto sentire come nel mare di Napoli", la frase a margine del post e dell'ennesima serata da incorniciare. Chissà cosa inventerà quando raggiungerà Maradona nella classifica dei migliori marcatori di sempre con la maglia dei partenopei: Dries è a 113, a -2 dall'ex Pibe. Ha ancora un po' di tempo per pensarci.