Napoli sogna, il Liverpool è ko. Nella gara d'esordio della Champions League 2019/2020 gli azzurri di Carlo Ancelotti hanno battuto per 2-0 con i campioni d'Europa in carica di Jurgen Klopp nella prima gara del gruppo E grazie alle reti di Dries Mertens e Fernando Llorente. Quella del San Paolo è stata una sfida che ha confermato le qualità di entrambe le squadre e ha dato qualche spunto su dove i partenopei possono migliorare per attestarsi, definitivamente, sui livelli delle big d'Europa ma questa sera gli uomini di Ancelotti hanno messo in campo grande attenzione e determinazione in tutte le zone del campo.

Le due squadre hanno mostrato una fisicità differente, sopratutto con il passare dei minuti, ma gli azzurri si sono mossi con grande attenzione per evitare svarioni nella parte finale della gara e hanno portato a casa tre punti importantissimi. Da sottolineare la grande prova di Koulibaly, anima di questa squadra; Di Lorenzo, Callejon e Mertens tra i partenopei mentre per i "ragazzi in rosso" voto alto per Firmino, che ha fatto venire il mal di testa più di una volta alla retroguardia napoletana.

Le formazioni di Napoli–Liverpool. (sofascore.com)
in foto: Le formazioni di Napoli–Liverpool. (sofascore.com)

Azzurri e Reds con grande attenzione ma poche occasioni

C'è equilibrio al San Paolo perché entrambe le squadre sono coscienti dell'avversario e c'è grande attenzione nella gestione della palla e nelle coperture: rispetto al Liverpool, la squadra di Ancelotti ha avuto qualche problema in più nella coperture preventive perché i campioni d'Europa sono molto pericolosi a ribaltare il campo in pochi secondi e qualche errore si è notato soprattutto sui calci piazzati. Due occasioni da goal da mettere a referto: una doppia conclusione di Fabian Ruiz, che hanno trovato pronto Adrian; e un colpo di testa di Firmino che è terminato di poco fuori sulla sinistra di Meret.

Super Adrian su Mertens: una parata che vale un goal

All'inizio della ripresa si è preso la scena il portiere del Liverpool, che con un intervento, a dir poco, prodigioso ha evitato il punto del vantaggio per il Napoli: su un cross di Mario Rui sul secondo palo è arrivato lo stacco di testa di Mertens e tutto lasciava presagire al goal ma Adrian con un colpo di reni al limite dell'incredibile ha schiaffeggiato il pallone e lo ha alzato sulla traversa. Solo applausi e facce sconvolte per un intervento così.

Dopo il portiere del Liverpool si è preso la scena Meret con una meravigliosa parata su un tiro forte e angolato di Salah da buona posizione: l'egiziano ha approfittato di un errore di Manolas e ha subito puntato la porta azzurra ma il ragazzo di Udine ha fatto un intervento prodigioso.

Mertens e Llorente fanno sognare il San Paolo

Al minuto 80 l'arbitro Brych ha decretato un calcio di rigore, piuttosto generoso, per il Napoli per un fallo di Robertson su Callejon e sul dischetto si è presentato Dries Mertens: il belga non ha calciato benissimo ma Adrian non è riuscito ad allungare la traiettoria e la palla è terminata in rete. Con il goal di stasera il numero 14 è arrivato a 113 reti con la maglia azzurra e il secondo posto di Diego Armando Maradona nella classifica dei marcatori di tutti i tempi è sempre più vicino (115).

A pochi secondi dal triplice fischio è arrivato il raddoppio della squadra di Ancelotti con Fernando Llorente: l'attaccante spagnolo ha sfruttato un errore in costruzione della difesa del Liverpool e dopo un rimpallo l'ex Tottenham si è ritrovato solo davanti ad Adrian battendolo in diagonale in maniera inesorabile e siglando la sua rete in maglia azzurra.

Nel finale di match i partenopei hanno sfruttato le disattenzioni difensive dei Reds e si sono aggiudicati 3 punti fondamentali per il raggiungimento della fase a eliminazione diretta: l'andamento della sfida è sembrato molto simile a quello dello scorso anno, con il Napoli che ha portato a casa quasi lo stesso risultato nella passata stagione, quando finì 1-0; ma probabilmente dopo questa sfida potrebbe esserci qualche consapevolezza in più per la squadra di Ancelotti rispetto alle gare precedenti. Secondo quanto riporta Opta, prima del Napoli l’ultima squadra italiana che ha sconfitto i campioni d’Europa in carica nella fase a giorni di Champions League fu la Juventus contro il Chelsea nel 2012 (3-0).