Dopo una riunione andata in scena nelle scorse ore negli uffici milanesi di via Rosellini, la Lega di Serie A ha annunciato il nome del nuovo presidente. Il successore di Gaetano Miccichè, dimessosi lo scorso mese di novembre, si chiama Paolo Dal Pino: manager milanese, già conosciuto soprattutto nel mondo dell'editoria e del settore delle telecomunicazioni. Il nuovo numero uno è stato votato dai presidenti dei club di Serie A con 12 voti a favore (uno in più della maggioranza semplice richiesta dopo due assemblee elettive andate a vuoto), 7 contro e andati a Micciché e una scheda bianca.

Decisivo l'abbassamento del quorum

Paolo Dal Pino, che già nell'ultima assemblea del 16 dicembre aveva sfiorato l'elezione raccogliendo nei tre scrutini 13 e 12 voti, è stato nominato dopo il primo scrutinio (con il quorum abbassato a 12) e dopo i voti dei rappresentanti delle varie società di Serie A presenti alla riunione di oggi pomeriggio: tra questi anche Andrea Agnelli per Juventus, Giuseppe Marotta per l'Inter, Paolo Scaroni per il Milan, Urbano Cairo del Torino ed Enrico Preziosi del Genoa.

Chi è Paolo Dal Pino

Classe 1962, laureato in Economia all’Università di Pavia e con in curriculum importanti collaborazioni con grandi gruppi come Fininvest, Telecom, Pirelli, Mondadori e Wind, il nuovo presidente di Lega avrà dunque il difficile compito di traghettare la Serie A verso un futuro migliore e soprattutto più solido rispetto alle ultime gestioni. A spingere per la sua elezione sono state le preferenze di alcuni grandi club (tra questi Roma, Lazio e Milan), che hanno voluto dare un taglio con il recente passato e con la ‘parentesi' Miccichè: conclusa con l'addio dell'ex presidente (candidato comunque a sorpresa anche in questa votazione dal presidente del Torino Urbano Cairo), in seguito all'inchiesta della Procura federale sulla sua precedente elezione.