Missione compiuta per la Lazio. La squadra di Simone Inzaghi con il minimo sforzo regola l’Empoli nell’anticipo del giovedì della 23a giornata di Serie A. Basta un gol su rigore di Felipe Caicedo nel primo tempo ai biancocelesti per conquistare i 3 punti e salire momentaneamente al 4° posto, in zona Champions, scavalcando il Milan. Tempi duri per i toscani, che proseguono nella loro striscia di risultati negativi.

Caicedo segna su rigore nel finale del primo tempo

La Lazio si presenta all'anticipo del giovedì della 23a giornata di Serie A senza Immobile e Luis Alberto, entrambi acciaccati e in tribuna. Spazio a Caicedo e Correa, con il neoacquisto Romulo dal 1′ in corsia. Nell'Empoli chance per Dell'Orco con Farias a sostegno del bomber Caputo. La squadra di casa ci mette un po' a trovare le sue proverbiali trame di gioco, ma con il passare dei minuti alza il suo baricentro. Dopo la mezz'ora arriva la prima vera palla gol, dopo le schermaglie iniziali, con Correa che impegna Provedel. La serata del portiere però si trasforma in un incubo a 5′ dall'intervallo. Dopo un controllo complicato l'estremo difensore stende in area Caicedo, che ringrazia e conquista così un rigore solare. Dal dischetto (dopo un fitto conciliabolo con Correa), il centravanti è perfetto e permette così alla Lazio di chiudere la prima frazione avanti di un gol

La Lazio controlla, l'Empoli non punge

In avvio di ripresa Iachini prova a cambiare le carte in tavola sostituendo l'evanescente Farias con il giovane Oberlin (più tardi entrerà Acquah per Traoré). L'Empoli però pur dimostrandosi più intraprendente si rende pericoloso solo con un tiro di Krunic. Al contrario la Lazio (con Cataldi in campo per l'acciaccato Milinkovic) prova ad amministrare il risultato, creando due occasioni con Acerbi e Correa, quest'ultimo in serata no. Il match non è particolarmente divertente ma resta in equilibrio fino alla fine, quando Silvestre crea il panico in area avversaria, e regala un brivido alla Lazio. Lazio che dopo aver inserito Badelj per Berisha, perde per infortunio Caicedo con Inzaghi che lancia il giovane Neto. Il finale di partita non regala azioni da gol significative e alla fine ad esultare sono i padroni di casa per 3 punti conquistati con il minimo sforzo.