La sua Spal ha sfiorato il colpaccio sul campo del Genoa, nel giorno dell'esordio sulla panchina rossoblu di Prandelli e del ricordo commosso di Gigi Radice. Andrea Petagna che ha trovato il gol del vantaggio nel match del Ferraris, dopo il fischio finale ha emozionato tutti dedicando la sua marcatura alle famiglie delle vittime della tragedia di Corinaldo che ha letteralmente sconvolto l'Italia che ora fa il tifo per i feriti che lottano tra la vita e la morte.

Petagna dedica il gol in Genoa-Spal alle vittime della tragedia di Corinaldo

Andrea Petagna ha trovato il gol in Genoa-Spal. La rete ha illuso la squadra di Semplici che non ha sfruttato la superiorità numerica, per l'espulsione di Criscito, ed è stata raggiunta da un rigore di Piatek. Intervenuto nel post-partita ai microfoni di Sky Sport, il centravanti della formazione di Semplici, emozionato ha voluto dedicare la rete alle famiglie delle 6 persone che sono morte nella tragedia della Lanterna Azzurra: "Voglio dedicare questo gol alle famiglie delle vittime di Corinaldo al concerto di Sfera Ebbasta, uno dei miei migliori amici. Eravamo a cena insieme quella sera per il suo compleanno, ho ancora i brividi a parlarne".

Petagna chiede più controlli nei locali

Una tragedia che ha colpito e non poco Andrea Petagna, grande amico del trapper Sfera Ebbasta. Il centravanti della Spal si augura che arrivino nuove leggi per aumentare la sicurezza nei locali, sulla scia di quanto accade in Inghilterra: "Speriamo che con le nuove leggi, non accadano più queste cose nei locali. Serve sicurezza. A Londra, ad esempio, perquisiscono e ci sono più controlli. Speriamo che la tragedia serva da lezione". E non manca in conclusione una battuta sulla partita, e su un'occasione sfumata per una Spal incapace di sfruttare superiorità numerica e vantaggio: "Abbiamo interpretato bene la gara nel primo tempo e abbiamo avuto diverse occasioni per chiuderla. Il Genoa si è chiuso e non siamo riusciti a segnare".