Kalidou Koulibaly è diventato uno dei difensori più forti al mondo, stasera a San Siro ha giocato un'altra partita perfetta ma solo fino all'80' di Inter-Napoli quando è stato espulso dall'arbitro Mazzoleni. Il senegalese con una spallata butta giù Politano e viene ammonito, poi applaude ironicamente e vede il cartellino rosso. I compagni lo difendono, dicono che Koulibaly ha applaudito ironicamente sì, ma il pubblico che per larghi tratti dell'incontro lo ha offeso con ululati razzisti. Mazzoleni non transige. L'Inter finisce per vincere 1-0.

Dopo la partita KK sui suoi profili social ha scritto un post molto chiaro: "Mi dispiace la sconfitta e soprattutto avere lasciato i miei fratelli! Però sono orgoglioso del colore della mia pelle. Di essere francese, senegalese, napoletano: uomo". Più chiaro di così non poteva essere. Koulibaly per buona parte del match è stato vittima di offese, di buuuh, di ululati razzisti da una parte della tifoseria nerazzurra, cieca considerato che nell'Inter giocano alcuni calciatori di colore.

In passato il ventiseienne ha già avuto modo di parlare di razzismo, e ha mostrato di essere un ragazzo intelligente e sensibile. Quelle offese, quei buuuh, quegli ululati lo hanno fatto stare molto male e gli hanno fatto perdere la testa, gli applausi all'arbitro gli sono costati il rosso, e probabilmente hanno influito sul risultato finale.

Dopo la partita anche Carlo Ancelotti ha parlato del cartellino rosso subito da Koulibaly e ha detto che il Napoli per tre volte ha chiesto la sospensione della partita agli ispettori della Procura Federale.

Cosa ho detto Mazzoleni? Ho chiesto informazioni sulle espulsioni e niente altro, l'espulsione di Koulibaly ha determinato il risultato. Siamo rimasti in dieci ed abbiamo anche avuto la possibilità di vincere, nel finale gli animi erano agitati. C'è stato un ambiente particolare, abbiamo chiesto per tre volte la sospensione del match, c'è stato l'annuncio tre volte. Koulibaly era nervoso per i cori, lui è sempre molto educato e professionale, ci sono stati ululati per tutta la partita. Ripeto che abbiamo chiesto per tre volte la sospensione della gara. Le partite si possono interrompere, voglio sapere però quando si devono interrompere, la prossima volta ci fermiamo e non giochiamo, Koulibaly non era tranquillo, tutto ciò non va bene per il calcio italiano.