L'operazione di mercato che dovrebbe portare Matthijs De Ligt a lasciare l'Ajax e a sposare la causa bianconera è entrata nel vivo. Le ultime notizie che arrivano dalla sede della Juventus, raccontano infatti del continuo contatto tra la dirigenza juventina e Mino Raiola: l'agente del diciannovenne difensore olandese. Un filo diretto che dura ormai da giorni, e che avrebbe aiutato le due parti a trovare l'accordo economico per i 12 milioni di euro netti (più bonus) relativi all'ingaggio del capitano dei Lancieri.

Sul giocatore olandese, che il club campione dell'ultima Eredivisie valuta tra i 65 e i 70 milioni, c'è anche la forte concorrenza del Barcellona del presidente Josep Maria Bartomeu: deciso a tutto pur di mettere le mani sulla stella della nazionale orange. La Juventus, oltre alla stretta di mano con Raiola, può però contare su un ulteriore vantaggio: quello di avere in casa un giocatore che interessa molto all'Ajax.

L'Ajax valuta l'acquisto di Moise Kean

Reduce da un Europeo Under 21 deludente, Moise Kean è infatti entrato nel mirino degli olandesi e potrebbe anche essere inserito come contropartita tecnica nell'affare. Valutato almeno 30 milioni di euro, e tra l'altro assistito anche lui da Mino Raiola, l'attaccante bianconero potrebbe dunque permettere alla Juventus di abbattere parzialmente il costo del cartellino di Matthijs De Ligt.

L'idea di far partire definitivamente il giocatore, ai piani alti della società bianconera non convince però del tutto. Ecco perché qualcuno ha già avanzato l'ipotesi di una cessione con diritto di recompra incluso, che possa permettere alla Juventus di riprendere successivamente Kean. Una formula che non piace però nè a Raiola, nè allo stesso attaccante, sul quale si è mosso con decisione anche l'Everton: pronto a mettere sul piatto i trenta milioni chiesti per il classe 2000.