Ci saranno forse pochi posti liberi questa sera all'Allianz Stadium di Torino. Per l'ultima gara casalinga dei campioni d'Italia, ricca di significati anche per tutto ciò che è accaduto nelle scorse ore, l'impianto bianconero sarà pieno zeppo di tifosi: tutti in attesa della festa che comincerà subito dopo il triplice fischio finale di Juventus-Atalanta.

Dopo i novanta minuti con i bergamaschi, ci sarà infatti la cerimonia di consegna della Coppa per l’ottavo scudetto bianconero e il successivo show che la società piemontese ha voluto organizzare per salutare il proprio pubblico e celebrare un'altra stagione vincente. Un party esclusivo e innovativo, di cui non si conoscono ancora tutti i dettagli e che dovrebbe vedere la partecipazione di diversi artisti e personaggi di fede bianconera.

Il tributo ad Allegri e Barzagli

La festa della Juventus, che non prevede la sfilata in pullman per le vie della città, vedrà protagonisti i giocatori e Massimiliano Allegri: chiamati uno per uno e premiati sul palco, tra giochi di luce e fuochi d'artificio, dal presidente federale Gabriele Gravina. Il numero uno della Figc, premierà inoltre Cristiano Ronaldo come miglior calciatore in assoluto del campionato. Il tutto davanti alla squadra femminile bianconera (anche lei campione d'Italia e salutata dallo Stadium nell'intervallo del match), e davanti ad Aaron Ramsey: invitato speciale del party bianconero e al debutto allo Stadium.

Sarà una serata emozionante e suggestiva. Di festa ma anche di addii commoventi. In primis quello di Massimiliano Allegri, al quale la Curva Sud dedicherà un lungo striscione di ringraziamento per questi cinque anni vincenti. E poi sarà la notte di Andrea Barzagli, che contro l'Atalanta toccherà quota 281 partite nella Juventus prima di dire addio al calcio giocato e intraprendere un nuovo percorso professionale sempre nel mondo del pallone.