L'Atletico Madrid può aspettare. Ora per la Juventus c'è solo il Frosinone: il prossimo ostacolo nella lunga corsa verso l'ennesimo tricolore. Ad allontanare il rischio di un eventuale partita presa sotto gamba, ci ha pensato Massimiliano Allegri direttamente dalla sala conferenze dell'Allianz Stadium: "Noi dobbiamo pensare a battere il Frosinone, e farlo nel migliore dei modi perché battendo il Frosinone avremmo una vittoria in meno da fare per l'obiettivo finale dello scudetto. Poi penseremo alla Champions".

"Non andremo in ritiro, ci siamo allenati stamattina e adesso sono venuto in conferenza a stomaco vuoto, così faccio meno errori, quando vengo a stomaco pieno su qualcosa riuscite a fregarmi – ha scherzato il tecnico – La squadra in questo momento sta bene fisicamente, siamo molto concentrati sul finale di stagione. Vincere contro il Frosinone ci darebbe un ulteriore spinta per mercoledì. In Champions noi dobbiamo pensare solo a noi stessi, per portare a casa il trofeo ci vuole un passetto alla volta".

Il futuro di Allegri

Di fronte alle domande dei giornalisti, Allegri non si è fatto problemi nell'elencare i giocatori che scenderanno in campo contro la formazione di Baroni: "Bonucci gioca, Chiellini difficilmente. Se avrò la possibilità gli farò fare un tempo. Barzagli verrà invece in panchina. A centrocampo devo ancora decidere, molto probabilmente starà fuori Matuidi. Khedira, Pjanic, Bentancur e Emre Can: tre di questi quattro giocano. Cristiano Ronaldo partirà dall'inizio con Dybala".

Infine una battuta sul suo futuro e sulle indiscrezioni che lo vorrebbero lontano dalla Juventus: "Non c'è niente, io sono contento di essere qui e ho un contratto con la Juve. Sono concentrato sul momento, bisogna portare a casa i trofei. Abbiamo portato a casa la Supercoppa, che prima avevamo perso ai rigori e all'ultimo secondo, ora bisogna portare a casa il campionato e poi provare con la Champions".