A Madrid sarà una partita diversa, dovremo fare grande attenzione e andare lì con l'idea di fare gol, altrimenti il passaggio del turno diventerebbe complicato. Rientrerà Alex Sandro, tornerà a disposizione anche Douglas Costa e in mezzo stanno tutti bene, quindi ancora qualche dubbio di formazione.

Archiviata la pratica Frosinone, la Juventus di Massimiliano Allegri è già proiettata verso la gara di champions League contro l'Atletico Madrid di mercoledì 20 febbraio e il tecnico bianconero è convinto che per passare il turno la sua squadra dovrà andare al Wanda Metropolitano per fare goal. Intanto la Juve non ha fatto sconti e ha calato il tris contro i ciociari. Allegri ha commentato così la prestazione dei suoi:

La squadra è in crescita dal punto di vista fisico, abbiamo fatto un po' di fatica dopo la sosta ma adesso siamo pronti per affrontare questo momento importante della stagione, sia in campionato che in Champions. Ho scelto di schierare Chiellini perché Rugani non era in condizione di poter giocare, Giorgio aveva bisogno di mettere minuti nelle gambe e in questo caso è meglio far partire un giocatore dal'inizio, piuttosto che inserirlo a gara in corso.

Bonucci: Dedico il gol alla mia famiglia

Nel 3-0 della Vecchia Signora c'è la firma di Leonardo Bonucci che, ai microfoni di Sky nel post partita, ha parlato della dedica del goal alla figlia Matilda appena nata e della sfida di Champions con l'Atletico:

Dedica a Matilda? Giorni bellissimi. È arrivata a dare un raggio di luce alla nostra famiglia. La dedica a lei e a mia moglie che è una gran donna ogni giorno ma anche a tutti coloro che mi sono stati vicino nell’ultimo anno. Altletico? Stiamo bene. la partita ci è servita per andare a Madrid con la consapevolezza che ci sarà una squadra che darà tutto ma che si troverà di fronte un’altra squadra pronta a non mollare di un centimetro. Io cerco sempre di dare il massimo. Sono tornato a casa e prometto un crescendo da parte mia per entrambi gli obiettivi.