Missione compiuta, con il minimo sforzo grazie all'approccio perfetto al match. Contro il Frosinone bastano 17 minuti e la gara è già archiviata trasformandosi in poco più che un allenamento. A segnare subito ci pensa la Joya Dybala che nell'esultanza ricambia il gesto di Cristiano Ronaldo. Poi ci pensa Bonucci in mischia a raddoppiare nel primo tempo. La ripresa è pura accademia: Ronaldo al terzo tentativo centra la porta ciociara e sigla il tris con cui sigilla la vittoria che diventa il perfetto aperitivo al piatto forte di Madrid, in Champions League contro l'Atletico.

Dybala-Bonucci Frosinone ko

Inizia nel migliore dei modi l'anticipo del venerdì allo Jstadium per i padroni di casa che ospitano il Frosinone. Due reti nei primi 18 minuti di gioco e match archiviato ancor prima di iniziare a sudare. Prima Dybala (al 6′) poi Bonucci (17′) superano la debole difesa ciociara, aprendo le danze per una serata che si trasforma subito di routine. Un approccio perfetto, che permette ai bianconeri di non forzare ulteriormente in vista del ben più delicato appuntamento al Wanda Stadium contro l'Atletico.

Approccio perfetto al match

Una prova di forza e di determinazione che subito ha messo a tacere le già limitate velleità dei ciociari di provare a fare punti in casa della capolista che torna ad allungare sul Napoli in classifica in attesa del match dei partenopei. Per Allegri ottime sensazioni da tutti i protagonisti in campo verso i quali c'è un occhio di riguardo per le condizioni fisiche.

Cristiano trova il gol

Alla festa del primo tempo prova anche inserirsi Cristiano Ronaldo. Per due volte il fenomeno portoghese cerca la via personale del gol e per due volte la mira risulta sbagliata di pochi centimetri. Il Frosinone si limita a gestire come meglio può il match cercando di non soccombere ancora ma l'inerzia (e le statistiche) parlano solo bianconero per tutti i primi 45 minuti. E' ad inizio di ripresa però che il tris bianconero arriva e porta la firma proprio di Cr7 che si conferma sempre puntuale con l'appuntamento col gol.

Finale senza sussulti

Il finale è ancora a tinte bianconere con il Frosinone mai in partita realmente. La Juventus non affonda e non alza i ritmi, Allegri opta per alcuni cambi in sicurezza e la gara prosegue senza nuovi sussulti importanti, con il successo della capolista che gestisce risultato ed energie in vista della trasferta a Madrid di Champions League.