La sconfitta del Real Madrid contro il Bayern Monaco (3-1) nella International Champions Cup 2019 toglie il sorriso a Zinedine Zidane. Perdere in casa delle merengues è un verbo che crea allergia anche quando si tratta di amichevoli estive, soprattutto se dall'altra parte del campo c'è un avversario di rango internazionale come i bavaresi. E così il tecnico francese sfoga la propria delusione parlando di mercato, in particolare di un calciatore divenuto scomodo, ingombrante, indesiderato: si tratta di Gareth Bale, mister 101 milioni (la cifra versata nelle casse del Tottenham per portarlo al Bernabeu nel 2013), al quale il club ha fatto sapere di non rientrare più nei piani dell'allenatore e della società stessa.

Zidane ‘caccia' Gareth Bale: Se va via domani è meglio

L'ex Spurs è ufficialmente nella lista delle cessioni ma costa troppo (a cominciare dall'ingaggio di 15 milioni netti a stagione) ed è difficile da piazzare, Zizou non ha peli sulla lingua né usa giri di parole quando parla di lui, mette da parte la diplomazia e lo ‘accompagna virtualmente alla porta'.

Se parte domani è anche meglio – ha ammesso in conferenza stampa -. Non è stato convocato perché credo che la società stia lavorando per formalizzare la sua cessione ed è per questo che non ha giocato. Vedremo cosa succederà nei prossimi giorni. Nulla di personale contro di lui ma devo prendere le mie decisioni. Arriva un momento in cui devi cambiare ed è un bene per tutti che se ne vada. E' un bene anche per il giocatore che conosce benissimo la situazione. Attendiamo 24, 48 ore… magari la situazione cambierà.

 

Silenzio su James Rodriguez, in trattativa con il Napoli

Altro tema caldo in casa Real è la posizione di James Rodriguez: il colombiano, di rientro dal prestito biennale con il Bayern Monaco, è nel mirino di calciomercato del Napoli e seguito dall'Atletico Madrid. I partenopei hanno già l'accordo con il ‘dieci' dei Cafeteros ma non quello con il club iberico sulla formula della trattativa. Su di lui Zidame, però, non si sbilancia e taglia corto.

Non dirò nulla al riguardo anche perché non è un calciatore qui con noi al momento. Il mercato è ancora lungo, vediamo cosa accade… Parlo e mi preoccupo solo dei giocatori che son qui con noi adesso.