Nemmeno il tempo di unirsi agli altri convocati dell'Under 21, e di partecipare alla foto di gruppo, e per Andrea Pinamonti è già da tempo di abbandonare il ritiro seppur (si spera) momentaneamente. Il bomber reduce dalle lacrime per l'eliminazione nella semifinale dei Mondiali Under 20 con l'Italia di Nicolato, deve fare i conti con un infortunio al ginocchio. Necessari dunque gli esami strumentali per capire se il ragazzo classe 1999 di proprietà dell'Inter potrà partecipare agli Europei con la Nazionale Under 21.

Under 21, Pinamonti lascia il ritiro per infortunio

Una delusione dopo l'altra per Andrea Pinamonti. Poche ore dopo l'amarezza e le lacrime per l'eliminazione con la Nazionale Under 20 nella semifinale dei Mondiali di categoria, il centravanti si è unito ai nuovi compagni dell'Under 21 in quel di Bologna dove i ragazzi di Di Biagio stanno preparando la partecipazione all'imminente Campionato Europeo. Pinamonti però è stato costretto a lasciare il ritiro subito dopo la foto di rito con il resto della squadra a causa di un infortunio al ginocchio.

Pinamonti potrebbe lasciare l'Under 21, gli scenari

Come comunicato dalla Figc, Pinamonti si è sottoposto ad esami strumentali, e lo staff medico della Nazionale Under 21 resta in attesa dei riscontri per valutare la reale idoneità del calciatore. La speranza è che si tratti di un problema di poco conto che possa permettere al giovane bomber di proprietà dell'Inter di tornare in ritiro con l'Under 21. In caso contrario, se l'infortunio dovesse essere più grave, allora Gigi Di Biagio potrebbe pensare ad una sostituzione, con un'ulteriore convocazione che dovrebbe essere effettuata prima dell'esordio nella competizione continentale in programma domenica contro la Spagna. Il commissario tecnico può contare per ora su  Federico Chiesa (Fiorentina), Moise Bioty Kean (Juventus), Patrick Cutrone (Milan) e Riccardo Orsolini (Bologna), con i primi due che sono reduci dagli impegni con la Nazionale maggiore di Roberto Mancini.