Dopo le parole ora è arrivato il momento dei fatti. La Nazionale di Roberto Mancini è in Bosnia, dove nelle prossime ore scenderà in campo per la sfida contro Pjanic e compagni. Il commissario tecnico azzurro, nella consueta conferenza stampa della vigilia, non si è nascosto dietro la qualificazione già centrata ma ha invece parlato di una squadra pronta a giocare per la vittoria: "La Bosnia in questo stadio ha sempre vinto. Noi cercheremo di fare del nostro meglio, perché anche noi vogliamo vincere come loro. Sarà una bella partita e vedremo alla fine chi sarà stato più bravo, per batterci però dovranno giocare bene".

L'obiettivo dell'Italia è quello di continuare a vincere, anche per poter essere testa di serie in occasione del sorteggio dei gironi dell'Europeo: "È una partita molto importante per noi, al di là della classifica – ha aggiunto Mancini – Avremo di fronte una squadra di giocatori tecnicamente bravi, fisici e veloci. Sarà un bel test, che ci permetterà di migliorarci come squadra e lo sarà anche per i giovani che scenderanno in campo.  Dovremo avere lo stesso atteggiamento che abbiamo avuto fino ad oggi, come quello del secondo tempo della gara d'andata".

Mancini lancia Belotti

Sulla probabile formazione che scenderà in campo contro la Bosnia, il commissario tecnico azzurro ha rivelato chi avrà il compito di mettere in difficoltà la difesa avversaria: "Immobile? È più probabile che giochi Belotti. Per il resto abbiamo due dubbi: l'esterno basso a destra e un centrocampista. Decideremo domattina dopo l'allenamento. Le difficoltà degli esterni? Può capitare ma mi sembra che siano tutti sereni. Le prestazioni che hanno avuto qui sono state positive e penso che sarà così anche domani. Non credo che ci saranno problemi. Zaniolo? A noi serve come centrocampista, anche se ora gioca in un ruolo un po' diverso".