E' arrivato il momento di scendere in campo per altre due partite valide per Euro 2020, traguardo già tagliato in anticipo dall'Italia di Roberto Mancini e il ct azzurro fornirà nuove versioni dei suoi 11 titolari contro la Bosnia prima e contro Armenia poi. Un remix della squadra che ha raggiunto la qualificazione in anticipo e che prova a creare un gruppo più esteso di papabili convocati per la prossima estate.

Le scelte di Mancini

Tanti volti nuovi, diverse soluzioni da adottare sia in difesa che in mezzo al campo mentre in avanti ci sarà un ballottaggio già annunciato da tempo tra i due bomber leader che si dividono la palma di punta titolare: Bellotti e Immobile. Non giocheranno insieme ma si divideranno i 180 minuti a disposizione per cercare di convincere ulteriormente Roberto Mancini.

Le tante assenze per infortunio

Ovviamente le scelte di Mancini verteranno su possibili esperimenti e debutti che daranno ulteriori indicazioni ma alcuni cambia saranno anche forzati dai continui infortuni che costellano il ritiro azzurro. Ai forfait per problemi fisici di Berardi e Verratti, se n’è aggiunto un altro dell'ultim'ora con Gianluca Mancini, che è rientrato a Roma per un affaticamento muscolare che non gli ha permesso di essere arruolabile per il doppio impegno degli Azzurri.

I probabili titolari contro la Bosnia

A centrocampo contro la Bosnia di Pianjc e Dzeko, Mancini ha in testa un ballottaggio tra Zaniolo e Tonali e molto dipenderà dal tipo di atteggiamento che vorrà il ct per la sua Nazionale. Il bresciano, però appare favorito dal primo minuto mentre nel tridente, Bernardeschi è in vantaggio su Chiesa, mentre sarebbe pronta una maglia da titolare sull’altro versante per Lorenzo Insigne. In difesa si riparte dall’affidabilità della coppia centrale, Bonucci e Acerbi. In attacco? Mancini dovrebbe scegliere Belotti, con Immobile in panchina.

Il testa a testa tra Belotti e Immobile

Giochi invertiti invece per la sfida all'Armenia. Al di là del rendimento della punta centrale che scenderà titolare in campo nel primo match, la seconda partita sarà esclusiva dell'altro attaccante in azzurro. Dunque, se scenderà in campo Belotti con la Bosnia, sarà il turno di Immobile contro l'Armenia. Nessun dubbio al riguardo, ognuno dei due bomber avrà pari opportunità mentre sarà alle loro spalle la differenza, fatta con Mancini che sicuramente mescolerà le carte a propria disposizione dando possibilità a tutti i convocati di dire la propria in queste due gare ufficiali.