È una stagione importante per le rappresentative giovanili d'Italia: dopo il secondo posto all'Europeo Under 17 e in attesa dell'inizio dell'Europeo Under 21, al via il 16 giugno in Italia e San Marino, giovedì 23 maggio iniziare il cammino dell'Under 20 ai Mondiali di categoria in Polonia. I ragazzi di Paolo Nicolato sono stati inseriti nel Gruppo B con Messico, Giappone ed Ecuador: un girone non impossibile ma da non sottovalutare.

In vista di questo impegnate appuntamento cerchiamo di fare un excursus tra i nostri ragazzi per capire quali sono i giocatori più rappresentativi e conosciuti di questa Under 20 e quali possono essere le sorprese. I convocati di Nicolato non hanno visto un grande allontanamento da ciò che si è visto nei mesi scorsi a parte nella scelta di non convocare per la Polonia i tre giovani sui cui anche la Nazionale maggiore di Roberto Mancini punta di più, ovvero Nicolò Zaniolo, Moise Kean e Sandro Tonali. Con molta probabilità tutti e tre saranno protagonisti del prossimo Europeo Under 21.

Pinamonti, Pellegrini e Frattesi: i fratellini d'Italia

Tra gli esperti del gruppo che difenderà i colori azzurri in Polonia ci sono, sicuramente, Luca Pellegrini e Andrea Pinamonti, che sono gli unici ad essersi messi già in mostra in Serie A. Il terzino sinistro cresciuto alla Roma si è fatto notare a Cagliari, dove è diventato titolare inamovibile, mentre l'attaccante scuola Inter, quest'anno nelle fila del Frosinone, ha messo a referto cinque reti in campionato che non hanno evitato la retrocessione dei ciociari ma hanno confermato quanto di buono si era detto sul suo conto.

Alessandro Plizzari è una sicurezza tra i pali nonostante la giovane età mentre a centrocampo l'uomo più importante è Davide Frattesi, di proprietà del Sassuolo ma uomo di riferimento dell'Ascoli per tutta la stagione. Nella rosa azzurra c'è anche un giocatore tutto da scoprire: si tratta di Domenico Roberto Alberico, che si è messo in mostra nella seconda squadra dell'Hoffenheim.