Mentre si attende l'arrivo e le visite mediche per Lisandro Lopez restano accese le voci che vogliono alcuni partenti illustri in casa Inter. Non c'è aria di rifondazione, Suning ha spiegato a Sabatini che i soldi verranno spesi a giugno davanti a risultati concreti, non a gennaio dove tutto è ancora in forse. E così, per questa sessione ci si dovrà accontentare di qualche colpo low cost e delle cessioni che possano far rientrare qualche milione in cassa. Nel primo caso si spiega l'arrivo del centrale richiesto da Spalletti, nel secondo la proposta fatta al Siviglia dove è arrivato da poco Montella.

Montella non chiude a Brozovic

Secondo quanto scrivono i media croati, Marcelo Brozovic sarebbe stato proposto al Siviglia da parte dell'Inter per gennaio. Sull'arrivo del centrocampista Vincenzo Montella, neo tecnico del club spagnolo di Liga, non avrebbe posto alcun veto aprendo di fatto la disponibilità per una trattativa immediata. Ma le ultime indiscrezioni danno le probabilità di riuscita dell'affare al ribasso, con Brozovic che non ha mai chiesto la cessione e l'inter che sta guardandosi in giro.

Brozovic, gli affari sono Epic

Un elemento che pende sulla permanenza del giocatore ancora a Milano sono gli affari dello stesso Brozovic. La sua applicazione nel marketing è inversamente proporzionale alle prestazioni sul campo e i risultati – più che positivi – si vedono. Tant'è che dopo la recente apertura del coffee bar "Epic Brozo", il centrocampista ha inaugurato una linea di abbigliamento "Hardwork Epic Brozo", con magliette che rimandano al numero 77, che il croato indossa con l'Inter.

Lisandro pronto per la Roma

Intanto si attende Lisandro Lopez per le visite mediche che verranno sostenute nella giornata di lunedì. In tempo utile, se venissero superate senza intoppi, per mettersi a disposizione subito di Spalletti. Una settimana di lavoro intensivo con i nuovi compagni e possibilmente un pronto impiego, magari nel match casalingo di San Siro contro la Roma dove l'Inter insegue la vittoria in campionato.