Zanetti

Tre gol per dimenticare un recente passato negativo, fatto di lamentele, brutte figure, infortuni, mercato mancato, possibili partenze e desiderati arrivi, esoneri veri e presunti. Tre gol per volare in finale, dove il 18 ci si giocherà il titolo di Campione del Mondo contro la squadra congolese e campione d'Africa del Mazembe, entrata di diritto già nella storia del calcio africano per essere il primo club del Continente Nero a raggiungere un traguardo di così elevata importanza. Tre gol per sentirsi di nuovo l'Inter imbattibile nata sotto il segno di Josè Mourinho non iù tardi di un anno fa.

Con un roboante 3-0, perfetto nel risultato un po' meno nella qualità del gioco dimostrata nel corso di 90 minuti dove a volte si sono intraviste alcune pecche legate ad una tenuta atletica non ancora ottimale, l'Inter ha chiuso la pratica Seongnam senza particolari patemi d'animo.

Gli spaventi più forti sono arrivati non dai tiri avversari, anche se Julio Cesar ha compiuto un paio di buoni interventi, ma dal rischio di nuovi infortuni. Wesley Sneijder uscito dal campo solo dopo 1 minuto, è recuperabile per sabato nella finalissima del Mondiale per Club 2010, così come Ivan Ramiro Cordoba, atterrato da una gomitata di Radoncic rischiando la frattura del setto nasale.

Primo gol, 3′ minuto del primo tempo, Dejan Stankovic: Eto'o e Milito pensano e corrono come gazzelle e con un'azione perfetta mandano Stankovic in gol: controllo e conclusione di sinistro del serbo da posizione centrale che batte il portiere coreano Jung per lo 0-1 nerazzurro.

Secondo gol, 32′ minuto del primo tempo, Javier Zanetti: la rete del raddoppio è di pregevole fattura: avanzata palla al piede del capitano, tocco leggero di Milito con il tacco e palla ancora a Zanetti che, con un destro in velocità, gonfia la rete per lo 0-2 dell’Inter.

Terzo gol, 73′ minuto del secondo tempo, Diego Milito: l'Inter trova il tris con il suo campione da triplette, il principe Milito che, dopo una serie di tiri verso la porta coreana, si avventa sulla palla calciata da Eto'o, ma ribattuta da Jung, e, più veloce di tutti, realizza lo 0-3 che chiude definitivamente l’incontro di semifinale.

Tabellino della gara

SEONGNAM-INTER: 0-3
Marcatori: 3′ Dejan Stankovic, 32′ Javier Zanetti, 28′ st Diego Milito.

Seongnam: 1 Jung; 2 Ko, 4 Ognenovski, 5 Cho B., 8 Choi (23′ st 14 Song), 9 Cho D., 10 Radoncic (41′ st 20 Kim J.), 11 Molina, 16 Kim S., 22 Hong, 30 Jo (23′ st 6 Cheon).
A disposizione: 41 Kang, 3 Yun, 13 Jeong, 18 Namkung, ., 26 Jang, 32 Park, 38 Yong.
Allenatore: Shin Tae Yong.

Inter: 1 Julio Cesar; 4 Zanetti, 6 Lucio, 2 Cordoba, 26 Chivu (34′ st 39 Santon); 5 Stankovic, 19 Cambiasso; 27 Pandev, 10 Sneijder (4′ 8 Thiago Motta), 9 Eto'o; 22 Milito (31′ st 11 Muntari).
A disposizione: 12 Castellazzi, 21 Orlandoni, 13 Maicon, 17 Mariga, 23 Materazzi, 31 Alibec, 36 Benedetti, 40 Nwankwo, 88 Biabiany.
Allenatore: Rafael Benitez.

Arbitro: Roberto Moreno (Panama).
Note. giocatori ammoniti: 31′ Ognenovski (Seongnam). Recupero:  minuti primo tempo, 3 minuti secondo tempo

https://www.youtube.com/watch?v=ZM7xNz0cW98