La nuova Inter ripartirà anche e soprattutto dai tifosi. In questa stagione a dir poco travagliata, i sostenitori nerazzurri non hanno mai lasciato sola la squadra di De Boer prima, e di Pioli e Vecchi poi. Un legame fortissimo, non condizionato dai risultati tutt'altro che positivi che hanno spinto spesso e volentieri gli stessi supporters a contestare Icardi e compagni. I numeri premiano la tifoseria che con una media di 46.622 spettatori a partita a San Siro nelle 19 partite casalinghe della compagine milanese, è la più presente della stagione appena archiviata. E' questa infatti la media più alta, considerano anche il calo generale nell'affluenza agli stadi italiani con gli appassionati che preferiscono sempre più la tv alle partite dal vivo (decremento complessivo di 0.02% rispetto al dato del campionato 2015/16 secondo i dati raccolti dall'Osservatorio Calcio Italiano) . Un bel passo in avanti per l'Inter anche rispetto alla media dello scorso anno di i 45.538, per un aumento di circa 2.4% rispetto alla stagione con Mancini in panchina.

Alle spalle dei nerazzurri, ci sono i cugini del Milan che dopo aver conquistato l'Europa League è già attivissimo sul mercato in vista della prossima stagione. Media spettatori di 40.326 con un incremento del 6.5% rispetto allo scorso campionato. E proprio il derby Inter-Milan è stata la partita più seguita dal vivo della stagione con 78.328 spettatori). Sul terzo gradino del podio ecco la Juventus con con una media presenze casalinghe di 39.936 (3.3% in più rispetto al dato della stagione 2015/16). Appena fuori dalle prime 3 il Napoli che è la prima formazione a far registrare un decremento, del 5.6% rispetto allo scorso campionato, perdendo due posizioni. Quinto posto per la Roma che conferma la posizione dell'anno scorso con un decremento addirittura del 7.2% (media di 32.638 spettatori).

Ulteriore tracollo per la Fiorentina con una media di 26.470 (-7.9%), e a seguire Genoa (21.335, -1%), Bologna (club con il massimo incremento con una media di 21.189, +12.2%), Lazio (20.453, -2.7%) e Sampdoria (19.852, -9.6%). Buone notizie anche per l'Udinese e la super Atalanta di Gasperini rispettivamente con media spettatori di 17.878 e 16.948 per un incremento del +10.3% e +6.3%. Dato assai negativo per il Palermo che perde quasi 5000 tifosi passando da una media di 18.013 spettatori a soli 13.204 (-) 26%. Segno più per Sassuolo (8,10%) e Chievo (3,4%). In perfetto equilibrio l'Empoli con 100 tifosi in meno (-1%).