10mila giovanissimi tifosi sugli spalti per dire no al razzismo e ad ogni forma di discriminazione. In occasione di Inter-Sassuolo, gli spalti dello stadio di San Siro saranno pieni di bambini e ragazzi, pronti a far sentire tutto il loro entusiasmo. Il primo anello dello storico impianto milanese infatti sarà aperto esclusivamente a bambini e ragazzi, nonostante la squalifica decisa dal giudice sportivo dopo gli ululati razzisti a Kalidou Koulibaly in occasione di Inter-Napoli. Dopo il via libera della Figc, l'Inter in una nota ufficiale ha fatto il punto sull'iniziativa.

Inter-Sassuolo, a San Siro solo bambini dopo la chiusura dello stadio per gli ululati razzisti a Koulibaly

Due partite a porte chiuse allo stadio San Siro e "ulteriore gara con il settore secondo anello verde privo di spettatori". Questo il provvedimento del giudice sportivo nei confronti dell'Inter dopo gli ululati razzisti riservati al giocatore del Napoli Kalidou Koulibaly, in occasione del confronto del 26 dicembre scorso. La società nerazzurra non ha presentato ricorso, ma ha chiesto alla Figc, la possibilità di poter riempire gli spalti di bambini e giovani tifosi, per "lanciare un segnale forte e chiaro contro ogni forma di discriminazione e violenza" in occasione della sfida di Serie A contro il Sassuolo in programma il 19 gennaio. E dopo il via libera della Figc, l'Inter ha ufficializzato sul proprio sito la presenza di 10mila bambini a San Siro.

10mila bambini sugli spalti per Inter-Sassuolo, è ufficiale

Questa la nota del club del capoluogo lombardo sull'iniziativa, in cui viene spiegato anche quali giovani tifosi potranno assistere a Inter-Sassuolo: "In occasione di Inter-Sassuolo, gara valida per la 20^ giornata di Serie A in programma il prossimo 19 gennaio, lo stadio ‘Meazza' accoglierà oltre 10 mila bambini. Per lanciare un ulteriore segnale contro ogni forma di discriminazione e violenza, ad assistere alla gara contro la formazione emiliana saranno presenti bambine e bambini del network Scuole Calcio Inter (Centri di Formazione nerazzurri e Inter Grassroots Program affiliati FIGC), del Centro Sportivo Italiano e delle scuole milanesi, che hanno aderito all'iniziativa nei tempi previsti. Sugli spalti a sostenere la squadra di Mister Spalletti anche ragazzi e ragazze del progetto ‘Io Tifo Positivo', da tempo al fianco di FC Internazionale Milano per riaffermare costantemente valori come il rispetto reciproco e la tolleranza, ‘Quarta categoria', realtà che Inter e Sassuolo sostengono a favore dei ragazzi con disabilità intellettiva-relazionale e il progetto ‘Rete!', l'iniziativa avviata dalla Federazione Italiana Gioco Calcio con il proprio Settore Giovanile e Scolastico, finalizzata a favorire i processi di inclusione e integrazione sociale attraverso il calcio".