Il derby si avvicina ma per Marcelo Brozovic si allontana. Perché il centrocampista nerazzurro non sarà della sfida di domenica sera a San Siro tra l'Inter seconda in classifica e l'attardato Milan, causa infortunio. Che lo potrebbe tenere lontano anche per l'altra partita clou di questi giorni, contro il Napoli al San Paolo. Un piccolo grande problema per Luciano Spalletti che aveva ritrovato anche Brozovic all'interno del suo lavoro di recupero dei singoli giocatori all'interno del gruppo. Confermata la lesione alla coscia sinistra, i tempi di recupero si allungano.

Infortunio arrivato in Nazionale.

Salta il Milan e forse il Napoli.

Marcelo Brozovic, a meno di sorprese, dovrà infatti saltare il derby di domenica prossima contro il Milan ed è a serio rischio anche per la successiva trasferta di Napoli del il 21 ottobre. In questi giorni si sta cercando di capire la reale gravità dell’infortunio al polpaccio accusato dal croato durante il match di venerdì scorso contro la Finlandia, ma i tempi di recupero si aggirano sui 7-10 giorni solo per tornare a forzare.

Lesione al soleo: almeno 10 giorni di riposo.

C'è pessimismo nell'Inter sulle condizioni del centrocampista perché i responsabili nerazzurri sono stati a colloquio con lo staff medico della Croazia, che pur non avendo effettuato una risonanza, ha subito dichiarato indisponibile il giocatore per la decisiva sfida in casa dell’Ucraina. L’esperto croato, Boris Nemec, ha ritenuto che l’infortunio non presenta una lesione ma una contrattura, comunque non da poco.

Le alternative di Spalletti.

Joao Mario su Eder e Candreva.

Luciano Spalletti ha comunque pronte delle soluzioni alternative in vista del Milan, sfida da non sbagliare. C'è il portoghese Joao Mario pronto all'utilizzo dal rimo minuto, in vantaggio su Eder o su Candreva.

Anche Borja, come trequartista.

E' improbabile la scelta tattica di riproporre l'ex Fiorentina, Borja Valero tra le linee, cioè più libero di muoversi dove gli detta l’esperienza. Ma che comporta una mediana più operosa con Gagliardini e Vecino pronti a fare da filtro davanti alla difesa.