Ma chi è l'arbitro di Inter-Parma? Perché non ha fatto ricorso al Var sull'azione del rigore e quella che ha portato al vantaggio degli emiliani? Se lo sono chiesti i tifosi nerazzurri che sabato pomeriggio a San Siro hanno masticato amaro e sputato veleno contro il direttore di gara finito nel mirino per alcuni episodi clamorosi e molto discutibili quanto a valutazione e metro di giudizio adottato. Il signor Manganiello della sezione di Pinerolo, però, non è l'unico colpevole – sia pure il principale indiziato – del festival degli errori commessi in occasione di almeno due momenti cruciali del match.

I due episodi da moviola incriminati in Inter–Parma, in entrambi i casi il protagonista è Dimarco
in foto: I due episodi da moviola incriminati in Inter–Parma, in entrambi i casi il protagonista è Dimarco

Oltre ai mancati provvedimenti disciplinari nei confronti di Gagliardini e Stulac (entrambi avrebbero meritato il cartellino rosso per entrate killer), sono due i casi incriminati e hanno fatto gridare allo scandalo per aver ignorato l'utilizzo del Var e della moviola a bordo campo come da protocollo.

  • Perché l'arbitro non ha fatto ricorso all'on-field review (la possibilità di rivedere le immagini a bordo campo) per chiarire il contatto in area parmense tra il pallone calciato da Perisic e il gomito di Dimarco che ha deviato la traiettoria? A gioco fermo per il consulto con Gianluca Rocchi al Var, il direttore di gara ha scelto il silent-check e poi ha lasciato che il gioco riprendesse mentre tutti credevano che avrebbe mimato il quadro del monitor, segno della volontà di valutare meglio a video e personalmente quanto accaduto.
  • L'arbitro Manganiello ha violato il protocollo? Nell'episodio specifico ha scelto di affidarsi al giudizio dell'arbitro addetto al Var, Rocchi, e del suo assistente, Liberti. Un errore da parte del direttore di gara perché da protocollo chi sta davanti al video può solo suggerire mentre la decisione finale spetta unicamente all'arbitro in campo.
  • Terza questione sollevata in occasione della rete segnata da Dimarco. Gol bellissimo, peccato che – come si evince dalle immagini alla moviola – sulla traiettoria del pallone ci fosse un compagno di squadra in posizione di fuorigioco e soprattutto tale da ostruire parzialmente la visuale di Handanovic una corretta visuale. Per l'arbitro Manganiello era fuorigioco passivo e per questo non ha avuto bisogno del Var?