Nessuna sanzione questa volta per l'Inter dopo i cori di discriminazione razziale sollevatisi dalla Curva Nord nel corso del match contro il Bologna nei confronti di Mbaye. Il motivo? L'atteggiamento della restante parte del pubblico che ha immediatamente coperto di fischi, i suddetti cori. E' quanto ha spiegato il giudice sportivo Gerardo Mastrandrea nel comunicato ufficiale sugli episodi della 22a giornata di Serie A.

Cori razzisti a Mbaye, ecco perché l'Inter non è stata sanzionata

Il giudice sportivo non ha sanzionato la società nerazzurra per i cori di discriminazione territoriale nei confronti del bolognese (ed ex nerazzurro) Mbaye durante l'ultimo match di Serie A Inter-Bologna. Dopo la squalifica di San Siro per gli ululati razzisti a Koulibaly in Inter-Napoli (provvedimento contestato dai sostenitori interisti), nessun provvedimento per la Curva Nord. Nel comunicato è evidenziato il motivo del mancato provvedimento, legato all'atteggiamento della restante parte del pubblico: "rilevato che una parte dei sostenitori dell'Inter al 39° del secondo tempo, assiepati nel settore ‘Secondo anello Verde', indirizzava cori insultanti espressivi di discriminazione razziale nei confronti di un giocatore della squadra avversaria; considerato che i cori venivano immediatamente coperti dai fischi disapprovazione del restante pubblico; ritenuto pertanto che in disparte la dimensione dei cori e la percentuale di partecipazione del pubblico assiepato nel settore indicato, trova applicazione con efficacia esimente la circostanza della dissociazione del restante pubblico, il giudice sportivo delibera di non adottare provvedimenti sanzionatori nei confronti dell'Inter in relazione al comportamento tenuto da alcuni suoi sostenitori".

22a giornata di Serie A, i giocatori squalificati

Per quanto riguarda gli altri provvedimenti relativi alla 22a giornata di Serie A, il giudice sportivo ha squalificato 10 calciatori per un turno.  Si tratta del difensore del Torino, Nicolas Nkoulou che era stato espulso, per doppia ammonizione "per comportamento scorretto nei confronti di un avversario". Tra i calciatori non espulsi, squalificati per una giornata Da Silva Dalbelo Felipe Dias e Mohamed Salim Fares della Spal, Joseph Alfred Duncan del Sassuolo, Nikola Milenkovic della Fiorentina, Nikola Murru della Sampdoria, Marco Parolo della Lazio, Lorenzo Pellegrini della Roma, Cristian Romero del Genoa e Simone Zaza del Torino.