Non solo i calciatori juventini applaudono all'arrivo di Cristiano Ronaldo in Serie A. Lo fanno anche gli avversari, perchè ritrovarsi di fronte uno dei più forti giocatori in circolazione è senza dubbio uno stimolo e una prova con la quale tutti vorrebbero cimentarsi. Tra questi, c'è anche il neo acquisto dell'Inter, Stefan De Vrij, arrivato dalla Lazio e presentato a stampa e tifosi.

La nuova sfida nerazzurra

Un punto di riferimento nuovo per la difesa interista che si affiderà a lui, insieme a Miranda e Skriniar per coprire il più possibile Handanovic e permettere alla squadra di subire meno gol possibili. De Vrij è stato un acquisto importante, a parametro zero che ha portato con sè anche qualche polemica di troppo, poi sedata da una trattativa che si è conclusa con il benestare di tutti.

Lui, insieme a tutti gli altri difensori della Serie A si ritroverà di fronte Cristiano Ronaldo, il Pallone d'oro, nonché Campione d'Europa con il Real Madrid e con la nazionale portoghese. Un fenomeno assoluto, un avversario che metterà a dura prova le capacità di tutti. Ma che rappresenta anche un aumento della qualità per tutto il movimento calcistico italiano.

Penso che per il calcio italiano sia bellissimo l’arrivo di un giocatore del genere. Sarà sicuramente un elemento importante e positivo per tutti.

Cr7, uno stimolo in più per tutti

Per quanto riguarda la nuova avventura nerazzurra De Vrij è già pronto a fare ciò che Spalletti gli chiederà in campo: "Nessun club mi ha voluto fortemente come l’Inter. Credo nel progetto, la società vuole crescere e pure la squadra è molto ambiziosa. Sono molto felice e convinto della scelta fatta perché so perfettamente che di me si era interessato in prima persona il mister con cui cui ho già parlato"

Un'Inter rinnovata che punta in alto, fino a dire la propria in Champios League. Una sfida importante che stimola De Vrij tra i nuovi acquisti, a ritagliarsi un posto da protagonista: "Noi dobbiamo pensare che siamo una squadra forte e vogliamo continuare a crescere. Vogliamo essere competitivi in tutte le manifestazioni".