Ha annunciato circa un mese che fa che questa sarebbe stata la sua ultima stagione in maglia bianconera. Andrea Barzagli, 38 anni, difensore della Juventus dalla stagione 2010/11, domenica calcherà per l'ultima volta il prato dell'Allianz Stadium. La sfida contro l'Atalanta sarà quella dell'addio al suo pubblico, che lo ha celebrato per 9 anni in cui il difensore si è distinto per professionalità, costanza di rendimento e leadership. Il difensore non si è ancora pronunciato sul suo futuro, ma dalle ultime indiscrezioni emerge che Antonio Conte, suo ex allenatore per tre anni ai tempi della Juve, gli avrebbe chiesto la disponibilità per ricoprire il ruolo di vice allenatore.

Barzagli va da Conte. Futuro all'Inter per entrambi?

Il caos intorno alla questione Allegri non sembra turbare i nerazzurri. A prescindere da come andrà a finire tra Agnelli e il tecnico livornese, l'ad dell'Inter Giuseppe Marotta è certo dell'accordo raggiunto con Conte negli ultimi giorni, tanto da aver iniziato a programmare insieme a lui gli acquisti e le cessioni per il prossimo mercato. L'allenatore salentino porterebbe con se alcuni membri del suo staff, tra cui Gabriele Oriali come club manager. Angelo Alessio, storico vice di Conte, ha deciso di intraprendere la carriera da allenatore. Ecco perché l'ex ct dell'Italia avrebbe pensato a Barzagli come suo possibile sostituto.

Conte e Barzagli, un rapporto indissolubile

D'altronde, tra Conte e Barzagli c'è sempre stato un feeling particolare, fin dal primo anno in cui le loro carriere si sono incrociate. Era la stagione 2011/12, e il tecnico salentino vinse il suo primo Scudetto sulla panchina della Juventus senza perdere nemmeno una partita. Merito di Barzagli, che insieme a Bonucci e Chiellini fu scelto da Conte per formare una linea difensiva impenetrabile, passata alla storia come la BBC. Barzagli è stato pilastro del pacchetto arretrato del tecnico anche in Nazionale, in particolare nella spedizione azzurra in Francia a Euro 2016.