28 Agosto 2011
09:30

Inter-Chievo 2-3: i nerazzurri autori di una brutta prestazione in amichevole, il video

I nerazzurri si lasciano sorprendere dai clivensi nel match organizzato allo stadio Brianteo di Monza per ovviare allo sciopero dei calciatori in Serie A.
A cura di Redazione Sport

Inter-Chevo Verona 2-3: il video dei gol

Milito illude i nerazzurri, rimontati da Thereau e Moscardelli. Nel finale Pazzini accorcia le distanze

Gian Piero Gasperini avrà molto da lavorare in questo avvio di stagione: l’Inter che appena un anno fa era una corazzata quasi invincibile sembra essere diventata una formazione molto prevedibile e perforabile da qualunque avversario e in ogni momento. È successo anche nel match amichevole contro il Chievo Verona disputato allo stadio Brianteo di Monza, organizzato in tutta fretta per rimediare allo sciopero dei calciatori nella massima divisione e per migliorare la condizione fisica della rosa nerazzurra. Dopo 94’ di gioco a fare festa è la compagine gialloblù, che affonda l’Inter per 3-2: apre le danze Milito ad inizio ripresa, pareggia Thereau prima della doppietta di Moscardelli che chiude virtualmente l’incontro. A pochi secondi dalla conclusione Pazzini prova a rimettere in carreggiata i suoi, ma il suo gol è utile solo ad accorciare le distanze ma non a far sorridere il pubblico di fede nerazzurra.

SCELTE TATTICHE – Il tecnico interista non cambia modulo schierando i suoi ragazzi con il classico 3-4-3: partono dalla panchina Javier Zanetti, Stankovic e Pazzini, mentre il tridente offensivo è composto da Alvarez, Milito e Castaignos. Mimmo Di Carlo manda in campo il Chievo Verona con il 4-3-1-2, è Fatic a ricoprire il ruolo alle spalle di Pellissier e Paloschi.

CHIEVO PERICOLOSO – L’avvio è di marca clivense grazie ad un ispirato Paloschi: l’ex rossonero respira aria di derby e dopo pochi minuti di gioco cerca di sbloccare il risultato, il tiro termina di poco a lato. Nagatomo e Milito provano a svegliare l’Inter, ma il giapponese colpisce la traversa mentre l’argentino non centra lo specchio della porta difesa da Puggioni. Poco prima di rientrare negli spogliatoi, il Chievo Verona chiede un calcio di rigore per una presunta scorrettezza di Samuel su Paloschi in area di rigore nerazzurra, ma l’arbitro Gallione non è della stessa opinione.

RIPRESA RICCA DI GOL – Pronti, via. Diego Milito porta in vantaggio l’Inter capitalizzando al massimo un assist di Faraoni giunto dall’out destro, sul quale l’attaccante argentino – che ha rifiutato il trasferimento al PSG negli ultimi giorni – si fa trovare pronto per calciare a rete di sinistro. Tuttavia non c’è nemmeno il tempo di festeggiare perché Thereau riporta il risultato in parità con una conclusione dalla distanza che sfrutta un’incertezza del neoentrato Castellazzi. Diego Milito va nuovamente in gol, ma questa volta in off-side. Al 70’ arriva la beffa per l’Inter, costretta a registrare il vantaggio degli avversari a causa di un nuovo errore dell’ex estremo difensore della Sampdoria, che si lascia sorprendere dalla punizione di Moscardelli. I nerazzurri non riescono a reagire e, in pieno recupero, arriva il terzo gol del Chievo Verona ancora con Moscardelli, bravo a superare Faraoni e Ranocchia prima di trafiggere Castellazzi sul secondo palo. Intanto partono i fischi dagli spalti riservati ai calciatori di Gasperini ma, un minuto dopo, Pazzini rende meno amaro il passivo realizzando il gol del 2-3 finale. Match amaro per i nerazzurri che, vista la prestazione offerta contro i clivensi, beneficiano e non poco dello slittamento del campionato.

Questo il tabellino di Inter-Chievo Verona 2-3:
Inter (3-4-3): Julio Cesar (dal 1′ st Castellazzi); Lucio (dal 1′ st Ranocchia), Samuel, Chivu (dal 1′ st Zanetti); Nagatomo (dal 13′ st Santon), Thiago Motta (1′ st Stankovic), Cambiasso (dal 36′ st Crisetig), Obi (dal 1′ st Faraoni); Alvarez (dal 36′ st Longo), Milito, Castaignos (dal 1′ st Pazzini). A disposizione: Orlandoni, Caldirola. Allenatore: Gasperini.

Chievo (4-3-1-2): Puggioni (dal 1′ st Squizzi); Sardo (1′ st Mandelli), Morero (1′ st Frey), Cesar (1′ st Andreolli), Jokic (1′ st Acerbi, dal 31′ st Dramè) ; Rigoni (1′ st Vacek) ; Hatemaj, Sammarco (31′ st Uribe), Fatic (dal 31′ Thereau); Paloschi (dal 18′ st Moscardelli), Pellissier. A disposizione: Calliari, Cruzado. Allenatore: Di Carlo.

Marcatori: 3′ st Milito (I); 5′ st Thereau (C); 25′ st Moscardelli (C), 48′ st Moscardelli (C), 49′ st Pazzini (I).
Ammoniti: Hatemaj, Mandelli (C); Samuel, Faraoni (I).
Espulsi: – .

L'Inter perde la vetta: non basta un super Dimarco, la Sampdoria strappa il 2-2
L'Inter perde la vetta: non basta un super Dimarco, la Sampdoria strappa il 2-2
Rabbia Inter: "Meritavamo molto di più". Contro il Real Madrid doveva finire 2-1
Rabbia Inter: "Meritavamo molto di più". Contro il Real Madrid doveva finire 2-1
Mourinho si ferma: prima sconfitta per la sua Roma, il Verona di Tudor vince 3-2
Mourinho si ferma: prima sconfitta per la sua Roma, il Verona di Tudor vince 3-2
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni