Ancora un infortunio muscolare, il quarto da quando è iniziata la stagione. Stefano Sensi dell'Inter, uscito acciaccato dalla sfida di mercoledì sera contro il Napoli, ha svolto gli esami di rito per valutare le sue condizioni e l'esito è stato negativo per il calciatore come si apprende dal report medico del club nerazzurro. Dopo il ko nell'andata della semifinale di Coppa Italia, arriva un'altra brutta notizia.

Stefano Sensi si è sottoposto oggi a esami strumentali al piede sinistro, presso l’Istituto Humanitas di Rozzano, a seguito di un trauma contusivo subito nel corso della gara contro il Napoli – si legge nella nota ufficiale dell'Inter -. Gli accertamenti hanno evidenziato un’infrazione allo scafoide. Le sue condizioni saranno rivalutate settimana prossima.

  • Quali e quante gare salterà? Il centrocampista del Sassuolo (che a Milano è arrivato con la formula del prestito con diritto di riscatto) sicuramente non sarà a disposizione di Antonio Conte contro la Lazio e quasi sicuramente anche in occasione della gara contro la Sampdoria a San Siro, oltre al doppio confronto di Europa League. Quando potrà tornare a disposizione? Forse il 1° marzo, per la gara contro la Juventus.

Stagione sfortunata, finora ha saltato 12 partite

Campionato tormentato per Sensi sia alla luce delle ultime critiche molto dure (la fidanzata ha addirittura scritto un post su Instagram per difenderlo dagli attacchi ritenuti eccessivi) sia a causa dei problemi fisici in cui finora è incappato. Dodici le partite saltate finora, escludendo dal computo le prossime in calendario che porteranno a 13/15 (nell'attesa del responso dei prossimi controlli) le giornate di assenza.

Sono già 75 i giorni di stop per infortunio

Tra ottobre e dicembre scorso sono stati nel complesso 65 i giorni di stop (10 match saltati) provocati da un infortunio agli adduttori. Un problema al polpaccio, invece, ha fermato Senso tra fine gennaio e inizio febbraio (10 giorni, 2 incontri saltati). In totale sono arrivati già a 75 i giorni trascorsi tra infermeria e terapie per guarire dagli acciacchi. Adesso l'ennesimo intoppo da quando è a Milano.