Nel momento più importante della stagione del Liverpool, Mohamed Salah si è nuovamente infortunato. L'attaccante egiziano dei Reds, al 72esimo della partita contro il Newcastle, ha infatti dovuto lasciare il campo in barella dopo un durissimo scontro con il portiere avversario, che nel tentativo di recuperare il pallone gli è franato addosso tra spalla e collo. Una botta tremenda per il giocatore di Klopp, rimasto semisvenuto sul terreno di gioco del St. James Park prima dell'arrivo dei medici.

Proprio il manager tedesco del Liverpool, durante la sua conferenza stampa post gara, ha parlato delle condizioni del suo giocatore: "Ovviamente dobbiamo aspettare per capire come sta. Ha preso un bel colpo – ha dichiarato Jurgen Klopp – Era sul terreno di gioco e il dottore doveva prendere una decisione, se tenerlo in campo o meno. Ha deciso di farlo sostituire, e ovviamente lo accettiamo. Quando Salah è tornato negli spogliatoi si è seduto e ha guardato il match. Dunque stava bene".

Premier e Champions

"Non sento pressione per la corsa al titolo: se riusciremo ad essere campioni ben venga, totalizzare 94 punti è incredibile, per noi è una stagione comunque incredibile – ha aggiunto il tecnico – Quella col Newcastle è stata una partita durissima, una battaglia vinta con passione, cuore e volontà assoluta di farcela". Oltre al testa a testa con il Manchester City, il Liverpool dovrà anche preparare la semifinale di ritorno contro il Barcellona.

Dopo il 3-o subìto al Camp Nou, agli inglesi servirà dunque un miracolo per fermare Leo Messi, ribaltare il pronostico e volare a Madrid per la finalissima di Champions League. Non sarà ovviamente facile per i Reds, che non avranno certamente Firmino e che non sanno ancora se sarà a disposizione Momo Salah: due assenze che hanno già fatto piombare nella disperazione i tifosi.