Rottura del malleolo della gamba destra. È questo l'esito degli esami diagnostici ai quali s'è sottoposto Daniele Dessena, il calciatore del Brescia che s'era gravemente infortunato lunedì sera durante il posticipo di campionato con la Fiorentina. Come si era fatto male? Aveva messo male il piede per terra, crollando sul rettangolo verde a causa della torsione innaturale dell'articolazione. Un brutto colpo preso in un contrasto con Pulgar lo ha messo fuori causa, costringendolo ad abbandonare il campo in barella, in lacrime e visibilmente spaventato per l'entità della lesione e del dolore. La speranza era che lo stop potesse essere meno grave del previsto ma il giocatore dovrà stare fermo per circa tre mesi (come si apprende dalla Gazzetta), necessari per la guarigione e la riabilitazione. Quando tornerà a disposizione del tecnico, Corini? Non prima del mese di febbraio del 2020.

Nel 2015 riportò la frattura di tibia e perone

Non è la prima volta che Daniele Dessena subisce infortuni gravi: nel 2015, infatti, riportò la frattura di tibia e perone in uno scontro di gioco con Coly del Brescia: allora indossava la maglia del Cagliari (in Serie B) e anche allora fu la gamba destra a essere sollecitata dal contrasto con l'avversario e restò lontano dai campi per molti più mesi. "Piangevo come un bambino", disse quando rientrò dopo 338 giorni.

Tra i messaggi d'incoraggiamento anche un tweet di Ribery

L'ex centrocampista di Cagliari, Parma e Sampdoria ha ricevuto messaggi d'incoraggiamento non solo dai compagni di squadra ma anche dai club nei quali ha militato più di recente in carriera. "Guarisci presto Daniele Dessena" è stato l'augurio che l'ex attaccante del Bayern Monaco Franck Ribery ha voluto rivolgergli attraverso un messaggio postato su Twitter in seguito a quanto accaduto nella sfida contro la Viola. Il campione francese si è così unito all'abbraccio virtuale e d'incoraggiamento che ancora una volta deve fare i conti con la sfortuna e un evento traumatico.