Come sta Daniele Dessena? Quali sono le condizioni dopo il tremendo infortunio di ieri sera contro la Fiorentina? Ha riportato una frattura alla caviglia destra oppure si tratta solo di una forte contusione? Le ultime notizie sul calciatore del Brescia riportano le immagini all'episodio avvenuto nel posticipo di campionato contro la Viola e terminato per 0-0: il contrasto con Pulgar, l'articolazione che si pianta a terra (come si dice in gergo) e poi ha una torsione innaturale, l'urlo e il dolore, il soccorso dello staff medico, l'uscita in barella e infine il viaggio in ospedale per i primi controlli. Sono le istantanee che raccontano quanto accaduto al centrocampista davvero sfortunato e che quattro anni fa – allora indossava la maglia del Cagliari – si procurò un infortunio altrettanto grave sempre sul campo del Brescia. Dessena ha fatto ritorno a casa sulle stampelle a notte fonda, aveva la gamba ingessata e la faccia di uno che ha capito… gli toccherà restare fermo per un bel po'.

Infortunio Daniele Dessena, cosa si è fatto e quali sono le condizioni

Il timore dello staff medico che gli ha effettuato la prima visita è che abbia riportato una frattura al malleolo della gamba destra. È l'ipotesi peggiore, nella speranza che l'articolazione abbia retto al colpo subito. L'entità del trauma dirà anche quali saranno i tempi di recupero che possono variare, a seconda della lesione, da un minimo di un paio di mesi a un massimo di sei.

La dinamica dell'infortunio di Dessena, il contrasto con Pulgar

Quattro anni fa fu un contrasto con Coly a determinare l'infortunio di Dessena, oggi è un brutto colpo preso alla caviglia destra da Pulgar a metterlo fuori causa. Non c'è volontarietà da parte dell'avversario ma gli effetti dell'agonismo fanno sì che ad avere la peggio sia il calciatore del Brescia che resta a terra dolorante: si sfila la scarpa e urla per il dolore. Poco dopo abbandona il campo in barella. Eugenio Corini, tecnico del Brescia, ha provato a mostrare fiducia nonostante la grande preoccupazione: "Forse non è una frattura, ma una forte contusione. Speriamo". Intanto, nel dopo gara non sono mancati i messaggi di sostegno morale e di solidarietà al calciatore con i tweet di Marchisio ("quanto fa male vederti così, in bocca al lupo amico mio"), della Sampdoria e del Cagliari.