Cancellare le quattro sberle prese a Bergamo, ripartire in campionato e poi fiondarsi sulla Champions. L'Inter acciaccata per gli infortuni in Nazionale ha l'obbligo di battere il Frosinone nell'anticipo di campionato: ci proverà a San Siro, in un Meazza che si annuncia gremito a testimonianza del grande entusiasmo suscitato dai nerazzurri. Serve un risultato positivo per mettere pressione al Napoli e non perdere contatto con la Juventus. Serve un risultato positivo per arrivare alla sfida di Coppa con il Tottenham concentrati al massimo perché decisiva per la qualificazione. Le parole di Spalletti cono chiare al riguardo.

In questo pacchetto di partite ci giochiamo una fetta importante del nostro futuro – ha ammesso in conferenza stampa -. Serve un atteggiamento da Inter. In che senso? Non dobbiamo sottovalutare nessuno. Quando affrontano noi gli avversari hanno ulteriori stimoli e si presentano con maggior forza. La squadra? Nainggolan è recuperato, Radja è un calciatore che anche in dieci minuti ti può dare un'impennata alla partita. Politano ha grandi margini e Icardi uno specialista del gol.

Poi qualche battuta sui singoli, a cominciare dalle notizie sull'arrivo imminente nella compagine societaria di Giuseppe Marotta, ex amministratore delegato della Juventus che nei giorni scorsi è stato in Cina per l'incontro definitivo con i vertici di Suning, proprietario dell'Inter.

Dobbiamo aspettare i segnali della società e del presidente – ha aggiunto Spalletti -. La trattativa è ben avviata… di Marotta posso dire che è come un trequartista che gioca tra le linee, si è costruito la sua storia passo dopo passo. Ha esperienza ed è stato in tutti i livelli di squadre del nostro campionato. I suoi risultati parlano da soli.

Le probabili formazioni di Inter-Frosinone

Chi gioca? Bella domanda. In difesa le scelte sono contate, a centrocampo la tentazione di preservare Nainggolan e Vecino è fortissima. Ragion per cui Borja Valero quindi ha più chance in mediana assieme a João Mario e a Gagliardini. In difesa da registrare gli stop di Vrsaljko e Dalbert. D'Ambrosio agirà sulla corsia di destra, Asamoah su quella mancina. Al centro torna De Vrij accanto a Skriniar. Nel Frosinone Longo avrà quattro sicuri assenti, Paganini, Hallfredsson, Dionisi e Ardaiz, sono invece recuperati Molinaro e Ciano.

  • Inter (4-3-3): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, De Vrij, Asamoah; Gagliardini, Borja Valero, João Mario; Politano, Martinez, Keita.
  • Frosinone (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Capuano; Zampano, Chibsah, Maiello, Cassata, Beghetto; Pinamonti, Ciofani.