Buone notizie per il Palermo. Scongiurato in extremis il rischio di una penalizzazione di 4 punti per il club, che sembrava inevitabile nella giornata di sabato. La società rosanero infatti ha ufficializzato poco prima della mezzanotte di domenica l'accordo con la Damir srl, che garantirà la liquidità necessaria per adempiere le scadenze, e pagare dunque gli stipendi. In questo modo la classifica della formazione siciliana, al momento seconda in Serie B, resterà intatta.

Perché il Palermo rischiava la penalizzazione

Nella giornata di sabato la trattativa tra la nuova proprietà del Palermo targata Daniela De Angeli (la storica amministratrice di Maurizio Zamparini che rilevato le quote del club dagli inglesi) e la Damir sembrava destinata a chiudersi con una fumata nera. Nessun accordo con l'azienda di Dario Mirri che opera nel settore pubblicitario e che con il suo investimento avrebbe permesso alla società nel neo presidente Rino Foschi di adempiere alle scadenze entro lunedì. Una situazione che sembrava aprire alla quasi certa penalizzazione di 4 punti.

Ufficiale l'accordo tra il Palermo e la Damir che evita la penalizzazione in B

Pochi minuti prima della mezzanotte di domenica, ecco la svolta. Il Palermo ha ufficializzato sui propri canali social di aver raggiunto l'accordo con la Damir:  2milioni e 800mila euro in cambio della pubblicità allo stadio per i prossimi 4 anni, con le liquidità subito utilizzate per pagare gli stipendi evitando dunque il rischio di una penalizzazione. Con 4 punti in meno, il Palermo attualmente secondo, sarebbe stato “retrocesso” fino alla quarta posizione a quota 38 a pari punti con il Lecce.

Il comunicato ufficiale del Palermo

Questa la nota ufficiale diramata dal club del capoluogo siciliano: "L'U.S. Città di Palermo e la Damir srl annunciano con soddisfazione di aver raggiunto un’intesa grazie alla quale sarà possibile proseguire con rinnovato entusiasmo il cammino verso la promozione. Si apre così, con l’appassionata partecipazione di un imprenditore locale, una nuova fase della storia del Palermo, che ci si ripromette di portare all’altezza della città e della tifoseria.Il Presidente del Palermo, Rino Foschi, ringrazia la famiglia Mirri per lo sforzo e la disponibilità dimostrati in questi giorni, a testimonianza del grande attaccamento ai colori rosanero e alla città di Palermo. Hanno consentito di raggiungere tale importante obiettivo con il loro contributo professionale lo studio legale Mazzarella con l’avvocato Alessandro Maggio, la Capitalink con il dott. Giancarlo Ciacciofera ed il dott. Sandro Rao".