Prima la Confederations Cup, poi la decisione sul suo futuro. Questione di priorità per Cristiano Ronaldo concentrato esclusivamente sulla competizione che sta andando in scena in Russia con la sua nazionale. Nessuna dichiarazione, o battuta invece sul tormentone relativo al suo futuro al Real Madrid dopo le indiscrezioni sulla volontà di lasciare i campioni d'Europa per le conseguenze relative ai suoi problemi con il Fisco.  Una rottura, quella tra CR7 e la dirigenza delle merengues che potrebbe essere rientrata dopo la difesa del patron Florentino Perez che in un primo momento sembrava infastidito dall'atteggiamento del suo fenomeno. Una presa di posizione quella del Real schieratosi dalla parte di Ronaldo, che potrebbe influire sulle scelte del calciatore stuzzicato da numerose offerte super di mercato, in primis quella del Paris Saint Germain.

La rivelazione di Campos su Ronaldo

Se Ronaldo dunque tace e non si esprime sul suo futuro, a farlo è stato il suo amico Luis Campos. Il connazionale del bomber del Real Madrid, direttore sportivo del Lille, ai microfoni di TF1 ha rivelato di aver parlato con lui della prospettiva di un addio al Real. Al dirigente il quasi certo prossimo Pallone d'Oro ha ribadito la sua incertezza: "Non so se andrà al Paris Saint-Germain e mi ha detto solo che si è preso dei giorni di riflessione. La situazione con il Real Madrid in questo momento è ancora un po' tesa, credo sia anche normale. Ma Cristiano avrà tempo di prendere la decisione corretta, ne sono certo. Io parlo con lui, è uno che si concentra molto sul suo lavoro. Ora è molto sorpreso per la vicenda relativa al fisco ed è dispiaciuto per quello che sta passando. Lui vuole sempre mantenere una bella immagine di sé in tutto il mondo e per questo sta attraversando un periodo complicato". Appuntamento dunque al post Confederations Cup quando Ronaldo uscirà finalmente allo scoperto e comunicherà le sue volontà, in attesa anche dei verdetti del Fisco e del comportamento del Real Madrid.