Matuzalem infortunio

Sempre più spesso oggi sentiamo parlare di calciatori che una volta arrivati ad alti livelli sono mossi solamente dal denaro. Non è questo il caso dei cinque giocatori di cui parleremo in questo articolo. Uomini che hanno calcato i campi più importanti d’Italia e poi, pur di continuare a praticare lo sport più amato, sono “scesi” tra i dilettanti.

Matuzalem, con il figlio a due passi da Formello

L’ultimo in ordine temporale ad accasarsi ad una formazione di Serie D è Francelino Matuzalem, 233 presenze e 10 gol in Serie A. Il centrocampista brasiliano dopo aver giocato in grandi club italiani ed europei ha deciso di accasarsi al Monterosi, squadra laziale che milita nel girone G del campionato dilettanti.

A 36 anni il giocatore portato in Italia dal Parma ha firmato un accordo fino a fine stagione con i biancorossi e si allenerà dunque a pochi chilometri da Formello, dove si allena la Lazio che per cinque stagioni (dal 2008 al 2013) è stata la sua squadra. Inoltre a Monterosi giocherà insieme al figlio, Matuzalem Junior, classe 2001, anche lui con un passato nel settore giovanile biancoceleste.

matuzalem, lazio

Santana, dall’esordio con gol con la Seleccion alla D

C’è poi chi ha anche esordito (segnando) con la maglia della Nazionale Argentina e oggi calca i campi della Serie D italiana. Lui è Mario Alberto Santana, 35 anni, 256 presenze e 28 gol in Serie A. Dopo aver giocato per Fiorentina, Napoli, Chievo, Genoa e Torino, l'ala argentina a gennaio scorso era approdato alla Pro Patria e, dopo la retrocessione tra i dilettanti, ha deciso di rimanere a Busto Arsizio per provare a riportare subito l'Aurora tra i professionisti.  Per ora sono due i gol realizzati Santana in questa stagione, a 16 anni di distanza da quando il Venezia lo prelevò dal San Lorenzo per farlo approdare in Italia.

Mario Alberto Santana con la maglia della Fiorentina

Michele Pazienza, ritorno alle origini

Stesso campionato, ma girone diverso per Michele Pazienza. Centrocampista 34enne che in carriera ha vestito le maglie di Udinese, Napoli, Fiorentina, Juventus e Bologna e oggi milita nella compagine pugliese del Manfredonia. Per lui 270 gare nel massimo campionato e 6 gol, a cui si aggiungono le 21 presenze nelle coppe europee, un curriculum di tutto rispetto, che però non gli ha impedito di accettare l’offerta della società dilettantistica con sede a pochi chilometri da San Severo, la sua città natale.

Pazienza calciomercato Juventus Udinese

Bomber Jeda alla corte del Seregno

È lontanissimo dalla sua città natale invece Jedaias Capucho Neves, meglio noto come Jeda. L’attaccante che oggi a 37 anni gioca con il Seregno ha un grande passato calcistico. Il suo score in Serie A è di 30 gol in 148 partite con le maglie di Vicenza, Cagliari, Lecce e Novara, ma è anche il secondo miglior marcatore straniero della storia della serie B con 69 reti realizzate, alle spalle di Pablo Granoche.

Jeda

Baiocco, dalla Champions all’Eccellenza siciliana

C’è poi chi gioca addirittura in Eccellenza. È il caso di Davide Baiocco, centrocampista tutta grinta di Perugia, Juventus, Catania, Piacenza e Brescia, che in carriera ha collezionato 222 presenze nel massimo campionato italiano e anche 4 apparizioni in Champions League. Oggi 41 anni suonati ma nessuna voglia di smettere di giocare, tant’è che dopo aver perso il posto da titolare nel Siracusa (Serie D) ha deciso di rescindere il suo contratto con il club aretuseo e accasarsi al Palazzolo, ambiziosa formazione che milita nel campionato di Eccellenza siciliano.

Baiocco