Come provare a raccontare Juventus-Napoli 4-3? Ci ha provato Gonzalo Higuain con un'espressione a dir poco colorita nel post-partita: "Minchia, è stata una montagna russa". Il Pipita che ha messo la sua firma sulla partita segnando ancora alla sua ex squadra il gol del momentaneo 2-0, ha commentato la prova dei bianconeri ai microfoni di Sky parlando anche del mercato e della scelta di restare a tutti i costi a Torino, nonostante la volontà iniziale della Juve di metterlo sul mercato.

Gonzalo Higuain riassume in maniera colorita Juventus-Napoli 4-3

Gonzalo Higuain è stato uno dei protagonisti di Juventus-Napoli 4-3. Il bomber ancora una volta ha segnato alla sua ex squadra: splendida la rete del 2-0 con un gran movimento su Koulibaly, risultato decisivo nel finale con l'autogol del successo bianconero. Una serata da incorniciare per il bomber che si è preso una bella rivincita personale e che nel post-partita ha provato a descrivere così una partita pazzesca, lasciandosi scappare anche un'espressione colorita: "Come riassumere Juve-Napoli? Minchia. E' stata una montagna russa. Loro hanno fatto due gol velocemente, questo non può succedere. Noi siamo usciti dalla partita e loro hanno pareggiato, ma alla fine è andata così"

Higuain si è ripreso la Juventus, perché il Pipita ha scelto di restare a Torino

Serata dalle emozioni forti dunque quella di Juventus-Napoli per Gonzalo Higuain che è stato schierato per la seconda volta da titolare da Maurizio Sarri, che lo ha nuovamente preferito a Dybala. Ha rivoluzionato le gerarchie il Pipita in questa lunghissima estate di mercato in cui ha a più riprese ribadito alla società la voglia di restare in bianconero e di non lasciare Torino. Volontà, sacrificio e tanto lavoro in allenamento per il bomber che alla fine si è ripreso la Juventus. Una bella soddisfazione dunque per il giocatore che ha spiegato: "Io sono venuto con la motivazione per restare qui. Sono attaccato a questa maglia, a questa società, a questi tifosi. Dal primo secondo che sono arrivato avevo la fissa di rimanere".