Per il Sassuolo e per i suoi tifosi è il momento della preghiera e della riflessione. La scomparsa del patron Giorgio Squinzi, ha infatti messo il calcio giocato in secondo piano e suggerito alla Lega di rinviare al prossimo 18 dicembre la gara con il Brescia: partita della settima giornata di Serie A, che i neroverdi avrebbero dovuto giocare nel weekend e che invece disputeranno mercoledì 18 dicembre alle 20:45

In attesa dei funerali del numero uno del club,  che si svolgeranno lunedì 7 ottobre alle ore 14.45 nel Duomo di Milano, dirigenza, staff tecnico e giocatori si sono ritrovati per un momento di raccoglimento e preghiera presso la Chiesa di San Giorgio a Sassuolo. Alla commemorazione erano presenti tutto l'organigramma societario, con in testa l'amministratore delegato Giovanni Carnevali, gli allenatori De Zerbi e Piovani, una delegazione di calciatori, numerosi tifosi, autorità e rappresentanti della società e del mondo dell'imprenditoria.

Il messaggio di Silvio Berlusconi

Da Milano, dove nelle ultime ore è stata allestita la camera ardente presso la Casa Funeraria San Siro, è intanto arrivato il messaggio di cordoglio di Silvio Berlusconi: "Le mie condoglianze ai familiari, ai collaboratori, agli amici, ai tifosi che seguivano Giorgio Squinzi. Ho avuto con lui un rapporto ideale. Si è dimostrato uomo capace di fare crescere di molto la sua azienda, di rappresentare gli interessi comunitari: è stato prima nella chimica e poi presidente di Confindustria – ha spiegato l'ex presidente del Milan – Aveva una cosa che lo univa a me: la passione per il calcio. Il Sassuolo è stata una delle più belle ultime realtà del mondo del calcio. Mancherà non solo ai suoi prossimi, ma anche a tutti noi. Davvero un dispiacere profondo".