Solo un anno ha resistito in Premier League il Fulham, che era risalito dopo una serie di grigie stagioni in Championship. I Cottagers hanno vissuto un’annata disastrosa eppure avevano fatto grandi proclami. Sul mercato i londinesi, solo in estate, hanno speso più di 130 milioni di euro, ma li hanno investiti malissimo grazie a un algoritmo. E non sono bastati tre allenatori per risollevare le sorti di questa storica squadra che saluta tutti con cinque turni d’anticipo, dopo il pesante k.o. con il Watford.

Il ricco mercato del Fulham

Dopo la promozione conquistata la scorsa primavera sono arrivati la bellezza di 12 calciatori, alcuni sono stati pagati anche tanto come Seri, preso dal Nizza per 25 milioni di sterline, Anguissa, 30 milioni al Marsiglia, Alfie Mawson, difensore dello Swansea pagato 20 milioni. Poi c’era stato il riscatto di Mitrovic. Presi anche Le Marchand, Fabri, Bryan, Fosu-Mensah, Vietto, Chambers, Schurrle e Sergio Rico. Tutti assieme sono costati 111 milioni di sterline, che sono 130 milioni di euro.

Gli algoritmi fallimentari del Fulham

Tutti questi calciatori non sono stati scelt dall’allenatore o dai dirigenti ma dagli algoritmi, che adesso vanno tanto di moda anche in Inghilterra, che li ha importati dagli Stati Uniti. Il calcio non si può solo spiegare con gli algoritmi e così praticamente tutti gli acquisti si sono rivelati sbagliati, con l’eccezione di Mitrovic, bomber serbo, e di Chambers, che tornerà all’Arsenal.

Tre allenatori e solo 17 punti

La società ha pensato che il problema fosse rappresentato dal tecnico della promozione Slavisa Jokanovic che è stato liquidato nel mese di novembre, al suo posto è stato ingaggiato Claudio Ranieri, accolto con tutti gli onori. Il tecnico italiano ha cercato di sistemare la difesa, impresa titanica, ma sul finire dell’inverno Sir Claudio è stato liquidato. La stagione la sta chiudendo Scott Parker, ex centrocampista della nazionale, che ha perso tutte le cinque partite da capo allenatore e che dopo il match che ha sancito la retrocessione ha detto: “Mi sento devastato”. I tifosi del Watford hanno infierito e all’esterno dello stadio hanno scritto: ‘Fulham relegation party’. 17 punti in 33 partite, 76 gol incassati, un’enormità. In queste ultime giornate i bianconeri cercheranno di evitare l’ultimo posto, l’Huddersfield, che ha tre punti in meno.