Il Paris Saint-Germain vince anche nella quarta giornata di Ligue 1 e si conferma l'unica squadra a punteggio pieno nel campionato francese. A far da contorno al viaggio a Nimes della squadra di Thomas Tuchel, sono stati i sorrisi per i quattro gol rifilati alla neopromossa, la rabbia per il cartellino a Kylian Mbappé, la delusione di Buffon (in panchina) e le lacrime finte di Neymar e quelle vere di un suo piccolo tifoso.

L'attaccante brasiliano è infatti tornato dalla trasferta nel sud della Francia con un gol (il quarto in 4 gare) e con un gesto che ha commosso e fatto il giro del mondo. Al termine della partita, un piccolo tifoso del Psg è stato protagonista di un'invasione di campo ed è corso incontro a Neymar per salutarlo. Approfittando del "benestare" degli steward a bordo campo, il ragazzino ha abbracciato il suo idolo e si è lasciato andare ad un pianto liberatorio di commozione. Neymar lo ha consolato e coccolato, gli ha regalato la sua maglietta e poi lo ha riaccompagnato in braccio verso i parenti posizionati al di là del recinto di gioco.

Un gol festeggiato con le lacrime

Una scena davvero toccante, che ha strappato l'applauso generale del pubblico di Nimes: fino a quel momento particolarmente ostile nei confronti dell'ex fenomeno del Barcellona. Preso di mira sin dall'inizio, con cori, fischi e anche striscioni ad hoc, l'attaccante del Paris Saint-Germain non si è solo rifatto con il gesto finale ma anche rispondendo alle critiche con un'esultanza particolare.

Dopo aver segnato la rete del vantaggio parigino, il brasiliano si è infatti diretto sotto la curva avversaria in direzione di un "lenzuolo" a lui dedicato. Di fronte allo sguardo sbalordito di molti tifosi, e sotto la scritta a lui dedicata nello striscione ("Neymar la pleureuse", ovvero "Neymar piagnucolone"), il giocatore di Tuchel ha mimato un pianto irrisorio che ha fatto ulteriormente imbufalire il pubblico di casa.