Il Psg vince anche oggi ma questa volta per i campioni di Francia in carica c'è qualche patema d'animo di troppo che scoperchia i lati deboli della squadra di Tuchel. Il tecnico del Paris vara una formazione inedita, in vena di sperimentazioni e di valutare diversi assetti approfittando anche dell'avversario modesto di giornata, il Nimes. Ma ne scaturisce una partita dal doppio volto dove i parigini segnano 4 reti ma ne subiscono 2 e soprattutto l'espulsione di Mbappè nel finale di gara.

Per il Psg l'ennesimo successo in Ligue1 che ne conferma la struttura da protagonista indiscusso ma la trasferta contro il Nimes non è proprio stata una passeggiata: 2-4 il risultato finale che sorride ai campioni in carica, con le reti di Cavani, Mbappè, Neymar e Di Maria, in pratica l'intera creme a disposizione di Tuchel che si presenta in campo con Areola tra i pali e Buffon in panchina.

Quarta vittoria su quattro partite con il 4-2-3-1 che vede Di Maria, Neymar e Mbappé alle spalle di Cavani, mentre Maquinhos si schiera a centrocampo di fianco a Rabiot. Gigi Buffon riparte in panchina, mentre è scelto Areola tra i pali. Un superiore tasso tecnico del Psg che si rivela già letale dopo pochi minuti: grande azione rifinita da Meunier per Neymar per l'1-0 che si trasforma in raddoppio con un pezzo di alta scuola di Di Maria, direttamente dalla bandierina.

Il Nimes ci crede e trova un gran gol con Bobichon che acende gli animi e che vede Thiago Silva commettere un fallo ingenuo in area. Il Var concede il penalty al Nimes, realizzato da Savanier per una gara incredibilmente riaperta: 2-2. Il Psg trema, Alakouch colpisce una traversa clamorosa e Bobichon chiama Areola a un intervento difficile.

E' solamente a quel punto che si sveglia Mbappé: stop da fenomeno e un fulmine di destro, tutto di prima intenzione che stende il Nimes punito oltremodo nel recupero col poker di Cavani. Brutta chiusura di match, con Mbappé che reagisce male ad un brutto fallo di Savanier: rosso diretto per entrambi.