Nonostante le due sconfitte contro Napoli e Genoa, a Firenze c'è molto ottimismo sul futuro della Fiorentina di Vincenzo Montella. In attesa del big match del prossimo weekend contro la Juventus campione d'Italia, è stato lo stesso presidente Rocco Commisso a prendere la parola e a garantire ai tifosi viola il suo impegno per far tornare grande la società gigliata: "Non sono qui per fare i soldi, come ho già dichiarato. Innanzitutto sono qui per guardare, poi per imparare e, infine, vincere".

Intervistato da Sky Sport, il nuovo numero uno della Fiorentina ha infatti deciso di scommettere sul club toscano e sul lavoro di Vincenzo Montella: "Ho avuto molto successo nella mia vita – ha aggiunto Rocco Commisso – Ho acquistato e assemblato tante compagnie diverse e, ogni volta, ho voluto dare fiducia ai dipendenti che già erano presenti. Così voglio fare anche qua. Montella ha la mia fiducia intatta. Farà bene se avrà tempo".

Le idee di Commisso e il futuro di Chiesa

Sgombrato il campo dall'equivoco sull'allenatore, che nei giorni scorsi qualcuno aveva dato in bilico e a rischio esonero, il tycoon americano ha anche parlato dei suoi primi giorni a Firenze: "Appena arrivato in Italia, mi dicevano che i presidenti non vanno in mezzo ai tifosi, ma io non sono d’accordo. A Genova sono andato anche a salutare quelli avversari. È il mio modo di fare – ha spiegato il presidente – Dicono che con la presentazione di Ribery abbia fatto un’'americanata', ma io credo che sia giusto portare i giocatori in mezzo alla gente".

La stessa determinazione Rocco Commisso l'ha avuto durante il mercato estivo. Oltre a rinforzare la squadra con acquisti mirati, il patron viola ha mantenuto le promesse e blindato Chiesa ai cancelli dello stadio Franchi: "Federico resterà qui, non si vince nulla senza grandi giocatori – ha concluso Commisso – Bisogna tenere le proprie bandiere. Resterà minimo un altro anno, forse più a lungo. Vediamo, un mese alla volta".