La Fiorentina riparte da Montella. Il nuovo proprietario, l’italo-americano Rocco Commisso, che sembrava intenzionato a cambiare l’allenatore, pensava soprattutto al suo conterraneo Gennaro Gattuso, ha deciso di confermare il tecnico campano. Decisivo è stato il parere di Antognoni. Commisso forse si sarà anche convinto dopo aver saputo che Montella ha un contratto biennale da 1,5 milioni netti a stagione.

Montella resta sulla panchina della Fiorentina

Sembrava che la prima mossa di Commisso da nuovo presidente della Fiorentina sarebbe stata l’esonero di Montella con conseguente ingaggio di Gattuso o in alternativa del tecnico della Spal Semplici. Ma non sarà così. Perché secondo quanto scrive ‘Il Corriere dello Sport’ il nuovo proprietario avrebbe telefonato a Montella e lo avrebbe rassicurato. L’allenatore resterà così al suo posto. Decisivi i pareri dei Della Valle e di Antognoni, che resterà in società e sarà un consigliere importante del presidente. Commisso però forse ha anche pensato ai due anni di contratto di Montella con la Fiorentina, che in caso di addio sicuramente avrebbero pesato nel bilancio.

Rui Costa sogno della Fiorentina

Dunque la panchina viola non cambierà, ma ci saranno grosse novità a livello dirigenziale. L’era di Pantaleo Corvino sta per chiudersi. Antognoni cambierà ruolo. Gli innesti saranno due. Ci sarà sicuramente un nuovo uomo mercato e un amministratore delegato, per questa figura il favorito è l’ex Milan e Roma Umberto Gandini. Il successore di Corvino sarà uno tra Ricky Massara, ex calciatore che nelle ultime stagioni ha lavorato per la Roma, e Rui Costa, ex grandissima gloria dei viola, che da molti anni ricopre un ruolo dirigenziale nel Benfica. L’ex numero 10, che i portoghesi vogliono mantenere in società, è anche in orbita Milan (pure Maldini lo sta corteggiando).