La sesta giornata di incontri valevoli per le qualificazioni ad Euro 2020, ha visto un solo e grande protagonista: Cristiano Ronaldo. L'attaccante della Juventus ha infatti demolito la Lituania con quattro reti (anche se una è in condivisione con il portiere avversario) e scritto un'altra pagina indelebile della sua straordinaria carriera, cancellando il record di Robbie Kean: fino ad oggi il giocatore con più gol nelle qualificazioni europee: 23.

I numeri da record di Cristiano Ronaldo

Il campione portoghese è arrivato a quota 25 e lo ha dunque superato nel match giocato a Vilnius e terminato 5-1 per i lusitani: una vittoria che ha permesso alla formazione di Fernando Santos di consolidarsi al secondo posto del gruppo B. Nello stesso girone, la Serbia ha invece vinto in trasferta contro il Lussemburgo. Grazie al suo exploit in terra lituana, il fenomeno di Madeira ha aggiornato il suo incredibile score. Sono ben 93 i gol realizzati da Cristiano Ronaldo con la nazionale portoghese (in Europa nessuna ha fatto meglio di lui), di cui 32 segnati nelle ultime 27 apparizioni con la maglia lusitana.

Inghilterra e Francia rispondono a CR7

Oltre alla manita di CR7 e compagni, è arrivata anche quella dell'Inghilterra di Harry Kane. La nazionale dei "Tre Leoni" si è infatti sbarazzata del Kosovo con cinque reti, dopo essere subito passata in svantaggio nella sfida andata in scena al St Mary’s Stadium di Southampton. Il successo inglese ha fatto comodo anche alla Repubblica Ceca, che ha vinto in Montenegro e sorpassato al secondo posto nel girone A proprio la selezione kossovara.

Infine nel gruppo H è arrivato anche il successo netto per i campioni del mondo di Didier Deschamps. Dopo la recente vittoria allo Stade de France, la Francia si è ripetuta anche con Andorra grazie alle reti di Coman, Lenglet e Ben Yedder. Il tutto nonostante un altro rigore fallito da Griezmann. Il 4-2 dell'Albania di Edy Reja sull'Islanda (rete anche di Hysaj) e il 4-0 della Turchia sulla Moldavia hanno così ridisegnato la classifica del girone che ora vede davanti turchi e francesi a quota 15, inseguiti dall'Islanda a tre lunghezze.