Un gol annullato per un fuorigioco millimetrico segnalato col Var a Parma, e un altro buono nel big match contro il Napoli. Gli anni passano ma il fiuto per la rete di Cristiano Ronaldo resta eccezionale. Il portoghese potrebbe giovare e non poco della "cura" Sarri, un tecnico che ha saputo sempre valorizzare i suoi attaccanti(vedi Higuain e Mertens al Napoli). Proprio il tecnico che spera contro la Fiorentina di fare il suo esordio in panchina dopo i problemi legati alla polmonite, avrebbe stretto un patto molto particolare con CR7

Sarri e Cristiano Ronaldo, avvio di stagione convincente

Maurizio Sarri è uno che sa come valorizzare gli attaccanti. Con lui in panchina Gonzalo Higuain a Napoli ha fatto registrare il record di gol stagionali in Serie A (36) e Dries Mertens si è riscoperto bomber dopo una carriera vissuta in una posizione più distante dalla porta. Se il Pipita con il suo mentore ha ripreso a segnare e soprattutto sembra aver ritrovato anche a livello fisico lo smalto dei tempi migliori, grande curiosità per quello che sarà il rendimento di Cristiano Ronaldo con il nuovo allenatore della Juventus. Quest'ultimo è stato chiaro sin dall'inizio sulla posizione di CR7 in campo, a sinistra nel tridente con Higuain e Douglas Costa. Una posizione gradita al portoghese che ha finora risposto con due buone prestazioni contro Parma e Napoli.

Il patto tra Maurizio Sarri e Cristiano Ronaldo

Secondo quanto riportato da Tuttosport inoltre, la volontà di Maurizio Sarri è quella di mettere Cristiano Ronaldo nelle condizioni di "vedere" la porta con continuità. A tal proposito, il tecnico ex Chelsea avrebbe garantito al suo gioiello: "Voglio farti segnare più di quaranta goal in questa stagione". Un vero e proprio patto tra i due, con Sarri che è consapevole di come CR7 possa cambiare le partite anche da solo. E infatti nelle prime uscite bianconere, il bomber lusitano è apparso sempre nel vivo delle azioni offensive dei campioni d'Italia, approfittando anche del sacrificio dei due compagni di reparto Higuain e Douglas Costa, che si sono sacrificati di più anche nella fase di recupero palla (una novità soprattutto per il brasiliano).

Sarri-Ronaldo, cancellati i malumori dell'estate

I presunti malumori dell'estate, legati alla sostituzione di Ronaldo contro il Tottenham e alla panchina in occasione dell'amichevole contro il team K-League, sembrano ormai far parte del passato. Sarri considera ovviamente il campione il fulcro della sua Juventus e vuole valorizzarlo al massimo, consapevole che anche attraverso le sue prestazioni e i suoi gol, si possa arrivare in fondo a tutte le competizioni. Una situazione che giova a CR7 intenzionato a fare il possibile per tornare sul tetto del mondo anche a livello individuale