"E' lui o non è lui? Certo che è lui". Possiamo utilizzare il celebre tormentone lanciato da Ezio Greggio nella popolare trasmissione Drive In anche per Vincenzo Montella che si è presentato in pubblico con un look inedito. Barba brizzolata folta per l'allenatore reduce dalla sfortunata esperienza al Siviglia, sfoggiato in una serata al fianco degli amici ed ex compagni alla Roma Candela e Di Francesco, attuale mister giallorosso.

Vincenzo Montella, nuovo look e barba folta nella foto pubblicata su Instagram da Vincent Candela

Vincent Candela ha pubblicato una foto sul suo profilo Instagram ufficiale, relativa ad una serata di relax vissuta al fianco di due celebri ex compagni di squadra. Il laterale francese infatti ha incontrato Eusebio Di Francesco, attuale allenatore della Roma, e Vincenzo Montella ex bomber e tecnico in cerca di una panchina. Quest'ultimo per l'occasione ha sfoggiato un look inedito con una folta bianca brizzolata, proprio come i due ex compagni. Candela ha accompagnato la foto con queste parole "Bonjour, serata tra tre amici veri ieri… ricordando un pezzo di scudetto! Buona domenica".

Montella con la barba, le battute sulla somiglianza con Beppe Vessicchio

La foto non è passata inosservata e il nuovo look di Montella ha catalizzato l'attenzione del web e dei social che si sono scatenati. Tante le battute sulla barba dell'ex allenatore reduce dalle sfortunate esperienze sulla panchina del Milan e su quella del Siviglia. In molti ci hanno scherzato su, sottolineando la somiglianza con un popolare personaggio televisivo, ovvero il maestro Beppe Vessicchio presenza costante in occasione del Festival di Sanremo, ed ex giudice della trasmissione televisiva Amici.

Quale sarà il futuro di Vincenzo Montella

Al momento Vincenzo Montella è fermo ai box in attesa di una nuova esperienza professionale. L'ex aeroplanino dopo la conclusione della parentesi non brillante al Siviglia, non è riuscito più a trovare squadra, nonostante l'interesse di numerosi club. Nelle scorse settimane si è parlato di un possibile futuro in Premier League per il bomber finito nel mirino di club come Newcastle e Southampton. Difficile invece un ritorno immediato su una panchina di Serie A.