Tutto facile per la Spagna sul campo di un Galles regolato con un perentorio 4-1. Alla partita amichevole, antipasto del più atteso confronto di Nations League, non ha preso parte nella squadra di Luis Enrique Iñigo Martínez, al centro di un vero e proprio caso. Non convocato in quanto dichiarato infortunato, il difensore è comunque sceso in campo con la sua squadra di club l'Athletic Bilbao. Ecco allora che la Federcalcio spagnola ha deciso di aprire un'indagine sul giocatore che ha chiarito la situazione su Twitter.

Foto https://twitter.com/InigoMartinez/status/1050442734170005506
in foto: Foto https://twitter.com/InigoMartinez/status/1050442734170005506

Caso Iñigo Martínez, la Spagna non lo convoca per infortunio ma lui gioca con l'Athletic Bilbao

Alla vigilia della sfida amichevole contro il Galles, il ct della Spagna Luis Enrique ha annunciato di non aver potuto convocare Iñigo Martínez. Una scelta obbligata alla luce del presunto infortunio del difensore perno dell'Athletic Bilbao. A sorpresa però il classe 1991 è sceso in campo con la sua squadra di club nel derby della Liga contro la Real Sociedad, una sfida per lui grande ex dal sapore particolare. Una situazione che ovviamente ha fatto infuriare sia il selezionatore, sia i vertici della Federcalcio che non ha perso tempo per prendere provvedimenti.

La Spagna e l'indagine su Iñigo Martínez

In un'intervista ai microfoni del quotidiano spagnolo As, una fonte federale ha annunciato l'apertura di un'indagine su Iñigo Martínez: "Il giocatore dice che c'è stato un equivoco tra i medici. Chiederemo al dottor Celada che cosa è successo. È opportuno chiarirlo, soprattutto perché non accada di nuovo". A gettare ulteriore benzina sul fuoco la possibile presenza del difensore nella sfida tra la "Nazionale" dei Paesi Baschi e il Venezuela.

Iñigo Martínez si difende su Twitter

Se Luis Enrique nel suo ultimo intervento ha cercato di non alimentare ulteriori polemiche ("Era un derby, una partita molto speciale – riporta Sky Sport – Lui e la sua squadra si sono presi questo rischio. Cosa che non farò assolutamente io. È stato qualcosa di inusuale però è il giocatore che deve decidere e mi sembra giusto"), il diretto interessato è intervenuto sul suo profilo Twitter ufficiale dando la sua versione dei fatti: "Nessuno deve avere dubbi sul fatto che da sempre garantisco il mio completo impegno per la Spagna. Lavorerò sodo per essere ok nelle prossime chiamate. E' stato tutto un malinteso tra i medici, nient'altro".