"Troppo onesti, li state tirando su troppo onesti". La battuta di Ilaria D'Amico a Sky, nel corso della trasmissione dedicata alla Champions, strappa un sorriso a Massimiliano Allegri che rimarca il concetto aggiungendo "tutti puliti non si gioca a calcio". A cosa si riferivano? Al tentativo da parte di de Jong di fermare Douglas Costa (scatenato): il centrocampista dell'Ajax entra in tackle sul brasiliano e rischia di essere ammonito (con un altro ‘giallo' sarebbe stato espulso e avrebbe saltato il ritorno a Torino) ma se la cava perché l'ex Bayern non si lascia andare ma resta in piedi, evita la gamba dell'avversario e continua la corsa. "Avesse lasciato la gamba lì", come fatto notare in studio, a quest'ora la Juventus avrebbe potuto far su un altro piccolo vantaggio oltre al gol (e al pareggio) segnato da Cristiano Ronaldo.

Siparietto tra Capello, Allegri e D'Amico

Com'era cominciata la discussione? A lanciare il sassolino nello stagno era stato Fabio Capello con un'osservazione maliziosa. Cose di campo, si dice nel gergo calcistico quando si fa riferimento alla furbizia più che all'astuzia di un calciatore in determinati frangenti. Trucchi del mestiere appresi sul rettangolo verde, esperienza, questione di mentalità che messi tutti assieme possono fare la differenza. "Le vittorie passano anche attraverso queste cose", ribadisce Allegri.

Il dettaglio malizioso rilevato da Fabio Capello

Già soddisfatto del risultato, il tecnico gongola sornione grazie alla sponda che gli arriva dal collega, ex allenatore e oggi opinionista. "Quando Douglas Costa è andato via sulla sinistra e De Jong era entrato in contrasto, cos'hai pensato?". Su quella situazione di gioco sarebbe stato più opportuno evitare di fuggire via in dribbling, afferma Capello con un ghigno.

Allegri: Tutti puliti non si gioca al calcio

L'allenatore della Juventus ha subito intuito il senso della domanda/insinuazione. "Lo so, doveva lasciare la gamba lì… sarebbero rimasti in 10 e De Jong sarebbe stato squalificato. "Le vittorie passano anche attraverso queste cose. Tutti puliti non si gioca a calcio". Ed è stato allora che Ilaria D'Amico è intervenuta scherzando: "Troppo onesti, li state tirando su troppo onesti".

La gaffe di Ilaria sull'approccio troppo partenopeo degli olandesi

A destare polemica, ancora una volta per una battuta riuscita male, sono state anche altre parole pronunciate da Ilaria D'Amico. La presentatrice Sky, durante lo speciale  di Coppa, ha definito "approccio partenopeo" e "da triccheballacche" il clima all'esterno dell'hotel in cui alloggiava la Juventus. Il motivo? I fuochi d'artificio fatti esplodere dai tifosi dell'Ajax per disturbare il sonno e il riposo dei bianconeri nella notte che ha preceduto il giorno della partita. Immediato il tam tam social con i tifosi azzurri comprensibilmente stizziti quel luogo comune sulle abitudini dei napoletani propinato in diretta tv.

  • L'assessore allo Sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello, ha replicato così a quelle parole: "Credo che la redazione di Sky debba chiedere scusa a tutti i napoletani per quanto dice quella sottospecie di giornalista della D'Amico".